3.2 C
Venezia
lunedì 06 Dicembre 2021

Orsoni riceveva nella casa di San Silvestro. A Mazzacurati: “E chi se ne frega, le elezioni ci sono già state, siamo Procuratori di San Marco…”

HomeNotizie Venezia e MestreOrsoni riceveva nella casa di San Silvestro. A Mazzacurati: "E chi se ne frega, le elezioni ci sono già state, siamo Procuratori di San Marco..."
la notizia dopo la pubblicità

Orsoni e gli incontri nella casa di San Silvestro

In quella casa a San Silvestro, affacciata sul Canal Grande, il gran burattinaio e il sindaco di Venezia si incontrano otto volte tra il maggio del 2010 e il giugno 2011: una frequentazione che “non è spiegabile solo con rapporti di tipo istituzionale” si legge tra le carte.

A incastrare Giorgio Orsoni sono due dei principali protagonisti della vicenda, l’ex presidente del Consorzio Venezia Nuova Giovanni Mazzacurati e il presidente della Mantovani Giorgio Baita. Quest’ultimo, ad esempio, racconta ai magistrati il 17 settembre del 2013, che fu lui stesso a dare 50mila euro in nero per Orsoni, “a fronte di una richiesta di 89mila euro”, che consegnò nella sede del Cvn a Federico Sutto. “Quindi non si tratta di un finanziamento ufficiale?” chiede il pm. E Baita: “No, il finanziamento ufficiale è un’altra cosa…quando c’è la campagna elettorale si attivavano i doppi binari. Tanto finanziavamo ufficialmente, tanto finanziavamo in nero”.

Ancora più “ampie”, le definisce il Gip, le spiegazioni che fornisce ai magistrati Mazzacurati. L’uomo ammette nell’interrogatorio del 31 luglio scorso di aver dato finanziamenti a Orsoni per 4/500mila euro, pagati in diverse tranche nel giro di sei mesi. “Noi gli abbiamo corrisposto questa cifra un po’ a scaglioni – mette a verbale – e quindi mi pare che in sei mesi lo abbiamo saturato”. Di questi solo il 10% è riconducibile a contributi formalmente deliberati della società consorziate, mentre il 90% erano fondi neri.

Mazzacurati lo dice apertamente: “la parte regolare – dice – è una piccola parte rispetto al totale che è stato rilevante, perché siamo stati, siamo arrivati quasi a…noi avevamo previsto di spendere molto meno e poi invece Orsoni mi ha detto che aveva bisogno di tutti… altri soldi”.

Soldi che, racconta Mazzacurati, consegna personalmente al primo cittadino in quegli incontri nella casa di Orsoni a San Silvestro: “a casa ho portato la differenza” (rispetto ai contributi regolari, ndr), “ho portato in vari scaglioni, ogni volta gli portavo 100-150 mila euro”.

Mazzacurati trova anche il modo di commentare al telefono con la moglie la bellezza della casa del sindaco, con il quale si incontra altre volte all’Hotel Monaco e una sola volta a Ca’ Farsetti, nella sede del comune: “dice che la casa – si legge nel brogliaccio della telefonata – è proprio bella, si trova sul Canal Grande e si vede sia il ponte di Rialto che il Palazzo Pral. La casa è attaccata all’imbarcadero di San Silvestro”.

E a conferma che i rapporti tra i due siano ben consolidati c’è anche un’intercettazione telefonica tra Mazzacurati e Stefano Tomarelli, consigliere di Condotte Spa, un altro di quelli che secondo l’accusa fa parte del Sistema. “Sì, è un mio caro amico – dice il presidente di Cvn – … siamo stati a cena insieme ieri sera… in un posto che io ho detto qui non ci vede nessuno, era il Monaco, credo che siano venute 500 persone”. E quanto Tomarelli si lamenta della mancata riservatezza, Mazzacurati dice di stare tranquillo e gli risponde citando quanto gli avrebbe detto lo stesso Orsoni: “ma chi se ne frega, ha detto, siamo tutti e due Procuratori di San Marco, le elezioni ci sono già state…non ti stare a mettere pensieri…ma sì, non c’è ragione”.

Redazione

[06/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Chiede di indossare la mascherina: turista picchia marinaio Actv

Il marinaio Actv chiede di indossare la mascherina: preso a pugni. Arriva il capitano: picchiato anche lui. Cattivo segno dei tempi di un turismo asfissiante e stressante a Venezia che sono tali anche per loro, per i turisti. La città, la pandemia,...

“Si parla tanto di spopolamento di Venezia, ma la città perde meno abitanti di prima”. Lettere

In riposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei 'venezianassi' ". Vedo, purtroppo, che ancora una volta si punta il dito contro questo mostro delle locazioni turistiche senza mai vedere tutto l’insieme. Chiedo al prof. Mozzatto che faccia meglio i compiti prima...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi Actv: ecco come e quando

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi di trasporto pubblico locale. La comunicazione arriva direttamente dall'Azienda che recepisce il DL del governo sul tema. E dato il rigore della disposizione non è certo il caso di prenderla alla leggera: la sanzione...

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione