20.6 C
Venezia
venerdì 06 Agosto 2021

Nuovo sciopero Actv mercoledì 19 marzo

HomeNotizie Venezia e MestreNuovo sciopero Actv mercoledì 19 marzo

sciopero actv autobus fermi

Il trasporto pubblico locale si ferma mercoledì 19 marzo prossimo per protestare contro il mancato rinnovo del contratto nazionale.

Le Organizzazioni Sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Fna, Faisa-Cisal hanno riprogrammato una giornata già proclamata per lo scorso 5 febbraio e rinviato il 3 febbraio a seguito dell’invito della Commissione di Garanzia. Le Segreterie Nazionali hanno redatto il comunicato sindacale unitario.

«Dopo sei anni senza contratto sarebbe tempo di chiudere questa stagione con il rinnovo fissando regole e aggiornando le disposizioni contrattuali necessarie a gestire l’attuale fase economica e sociale». Dicono i sindacati.

Per pendolari e utenti Actv si prepara l’ennesima giornata di passione, pur con le fasce di garanzia assicurate e che limiteranno, per quanto poco, il trasporto di chi si sposta con i mezzi pubblici per andare al lavoro.

Corse minime garantite e fasce protette per i lavoratori a questo articolo

Redazione

[14/02/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

3 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. io non credo che i sindacati abbiano fallito, semplicemente si sono venduti. Quando è arrivato il momento si sono alleati con la proprietà abbandonando completamente chi rappresentavano e ognuno di loro ha cercato una sedie grazie alla popolarità che aveva ottenuto. Non esiste più un sindacato che abbia il senso come aveva una volta

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.