3.2 C
Venezia
lunedì 06 Dicembre 2021

La Nazionale ai Mondiali con Balotelli e difesa incognite

HomeCalcioLa Nazionale ai Mondiali con Balotelli e difesa incognite
la notizia dopo la pubblicità

Nazionale Mondiali Balotelli

Balotelli, l’attaccante di punta su cui affidiamo tutte le nostre speranze mondiali, è a digiuno in nazionale da otto mesi, l’ultima rete il 15 ottobre all’Armenia partendo dalla panchina.
Nonostante questo, al momento, la preoccupazione per la squadra di Prandelli è la difesa. I numeri sono allarmanti: nelle sedici partite che l’Italia ha giocato dallo scorso 11 giugno, vale a dire dal test contro Haiti prima della Confederations Cup, la nazionale soltanto due volte ha mantenuto la porta inviolata.

Giorgio Chiellini, il leader del reparto, ha ammesso il problema e indicato la strada per risolverlo. «Ne abbiamo parlato tra di noi, tutti insieme perché se siamo fragili non è colpa della difesa, ma è per come difendiamo. Abbiamo smarrito il filo e lo dobbiamo ritrovare. È una questione di intensità e di distanze tra i reparti, che in certi momenti perdiamo. Ci stiamo lavorando perché non sempre, per vincere, è possibile segnare due o tre gol».

Prandelli sa che ciò può rappresentare un problema, ed è stato proprio lui a lanciare il primo allarme dopo il Lussemburgo: «Dobbiamo imparare a difenderci quando perdiamo palla nella metà campo avversaria». È dunque vero che gli azzurri, a meno di una settimana dall’esordio Mondiale contro l’Inghilterra, il problema non l’hanno risolto.

I numeri non mentono mai: 25 gol incassati in 16 partite e nelle ultime sette, in cui non abbiamo mai vinto, di reti ne abbiamo prese 10.
L’Italia non è più un Paese per difensori. Non abbiamo più i Nesta e i Cannavaro. Oltre a ciò dobbiamo mettere in conto il bollettino dell’infermeria: Paletta non si è ripreso completamente dall’ematoma al polpaccio con cui si è presentato a Coverciano e Bonucci lamenta fastidi muscolari. Niente di grave, si allenano, ma non sono al cento per cento.

Barzagli resta l’altro allarme, alle prese con la solita tendinopatia che non gli permette di giocare due partite di fila.

Roberto Dal Maschio

[08/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

“Venezia ‘Non è ecologica’, si può tranquillamente morire di smog”. Di Michele De Col (*)

Ancora una volta Venezia viene estromessa da qualunque provvedimento contro lo smog : natanti e navi possono continuare ad inquinare nonostante i valori ambientali siano spesso peggiori della terraferma! Chi tutela la salute di veneziani e ospiti in centro storico? Nessuno !

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Morto turista tedesco, dipendente del campeggio di Cavallino indagato

Morto il turista tedesco ricoverato all'Angelo dopo un litigio in un camping di Cavallino-Treporti, il dipendente ritenuto responsabile potrebbe a momenti essere accusato di omicidio In base alle risultanze d'indagine, infatti, la Procura della Repubblica deciderà nelle prossime ore se indagare l'aggressore...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."