6 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

La mossa della regina, l’ avvincente libro dedicato a Caterina Parr

HomeLibri, recensioni e nuove usciteLa mossa della regina, l' avvincente libro dedicato a Caterina Parr
la notizia dopo la pubblicità

Con ‘La Mossa della Regina’ edito da Mondadori (traduzione di Manuela Faimali), Elizabeth Fremantle, ci regala il suo primo romanzo dedicato alla trilogia dei Tudor, in un racconto accattivante e avvincente sull’ultima moglie di Enrico VIII, Caterina Parr.

Londra, 1543. Rimasta vedova per la seconda volta a 31 anni, Caterina Parr è costretta a trasferirsi alla corte di Enrico VIII, diventando la sua sesta moglie, insieme alla fedele cameriera Dot e alla figliastra Meg. Innamorata di Thomas Seymour, consigliere di corte del re, con il quale inizia una relazione segreta e appassionata, Caterina dovrà prima di tutto pensare alla sua incolumità a corte. Ha così inizio per lei una nuova vita nella quale dovrà imparare a navigare nel mare in tempesta di un mondo lacerato da intrighi, tradimenti e sospetti usando la sua intelligenza per potersi adattare al suo nuovo ruolo.

La personalità di Caterina Parr è sicuramente quella tra le meno sfruttate dal punto di vista letterario. Molti sono i romanzi su Anna Bolena, la donna che divenne regina ai danni di Caterina d’Aragona, altrettanti quelli sulle lotte tra le loro figlie Elisabetta (divenuta poi Elisabetta I) e Maria (detta poi la Sanguinaria), ma quelli sulla Parr si possono contare sulle dita di una mano.

Per fortuna ci ha pensato la Fremantle a riportare alla ribalta questo personaggio che risulta, dal suo racconto, molto interessante e soprattutto ricco di sfumature. La Caterina che ci presenta l’autrice è, infatti, una donna forte, risoluta, ma anche pronta a dare amore incondizionato ai figli di re Enrico e ai suoi amici di corte.

Impossibile non affezionarsi a lei durante la lettura di queste pagine, ma l’ultima regina tra le moglie del famoso sovrano non è l’unica figura che emerge dal libro.

La forza de ‘La mossa della regina’, sta infatti nell’accerchiare la protagonista di personaggi interessantissimi e ben delineati e approfonditi, tra i quali spiccano la donna di servizio Dot Fowten, personaggio riuscitissimo e vera co-protagonista della vicenda, e il dottore confidente di Caterina, Huicke.

Entrambe sono figure, come riportato dalle note della stessa autrice, realmente esistite, ma per le quali, esistendo poca documentazione si è presa la libertà di ricrearli e, possiamo dirlo, praticamente in maniera perfetta.

Grazie ad una terza persona che rimbalza tra i personaggi più umili e quelli più aristocratici, Elizabeth Fremantle riesce a regalarci un quadro vivo e coinvolgente dei fatti storici che hanno portato alla morte di Enrico VIII, raccontandoci la tensione che si respirava a corte per l’umore ballerino del Re, fino alla lotta di religioni tra il cattolicesimo e il protestantesimo che si andava pian piano affermando proprio grazie anche al seguito di Caterina.

La regina è un personaggio descritto con acume, come un’eroina con cui è facile rapportarsi e provare empatia. Un personaggio, come lei stessa dice, che sogna ‘di lasciare un segno su questa terra, un’eredità che la faccia passare alla storia come una figura chiave della nuova religione’.

Quello che è certo è che grazie alla Fremantle, Caterina Parr riesce ad entrare nei nostri cuori, con le sue tribolazioni amorose e la sua fermezza e acume di spirito. Questo perché ‘La mossa della regina’ non è solo un romanzo d’evasione, ma ci permette anche di riflettere sul rapporto tra le diverse religioni sia nel passato, tanto quanto nel presente.

Anche se non siete proprio amanti del romanzo storico, il coinvolgimento di questa opera vi conquisterà e stupirà.

Sara Prian

Riproduzione vietata

la mossa della regina

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Lettera ai veneziani: Non vedete lo scempio in cui state riducendo la vostra città?

Accludo una fotografia emblematica del disastro che state combinando nella vostra città (Venezia, ndr). A un primo esame si potrebbe pensare che si tratta della foto di qualche bazar in Medio Oriente o un mercatino in centro America o Africa, invece corrisponde...

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Accattoni e abusivi molesti, ora basta: denuncio chi non fa nulla

Ennesimo caso di accattonaggio molesto accorso tra campo san Cassian e Rialto ad opera di clandestini o rifugiati che vengono lasciati liberi di circolare pur essendo ospitati nelle cooperative e nei centri di accoglienza coi noti sussidi pagati dai contribuenti. E'...

Padova: “Prego biglietti”. Stranieri minori fanno il finimondo: scaraventate a terra due verificatrici

Padova, lunedì poco prima delle sei del pomeriggio autobus di linea in via Venezia. Alla fermata sul "10" salgono i controllori, uomini e donne. Ormai da tempo fare il verificatore nei mezzi pubblici è mestiere "a rischio" quindi i dipendenti di Busitalia...

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...