22 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Mose di Venezia, il ministro Lupi soddisfatto del ‘’Baby Mose’’ di Chioggia

HomeLido di VeneziaMose di Venezia, il ministro Lupi soddisfatto del ‘’Baby Mose’’ di Chioggia

baby mose chioggia

Sabato 22 marzo il Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi è sbarcato in laguna ed ha visitato il cantiere del Mose, prima però è andato nel cuore della cittadina di Chioggia ed è rimasto colpito dal gemello più piccolo, il ‘’Baby Mose’’.

Il presidente del Magistrato alle Acque, Roberto Daniele e i tecnici del Consorzio Venezia Nuova hanno illustrato al ministro le varie fasi e le tecniche di realizzazione della struttura di salvaguardia della città e prima di proseguire alla volta dei cantieri di Malamocco, Lupi ha pranzato in città, assieme alle autorità provinciali e regionali e si è complimentato con il sindaco, Giuseppe Casson.

‘’Qui vedo il Baby Mose e mi dite che funziona. Bene, è così che si fa, impegno che ora ci prendiamo anche con il Mose, per il quale abbiamo inserito le risorse nella legge di stabilità. Poi parleremo della gestione e delle opere complementari’’, ha affermato il ministro delle Infrastrutture.

Il Mose più piccolo, che riesce a garantire che con l’acqua alta non si allaghi più il centro città, è dotato di due paratoie di quasi 20 metri poste a Vigo e Torre di Santa Maria.

L’opera terminata nel 2012 ha dimostrato di essere efficace, ma per le maree eccezionali (oltre i 130 centimetri d’acqua) servirà necessariamente il Mose più grande.

Redazione

[24/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.