domenica 23 Gennaio 2022
4.9 C
Venezia

MORTO BAMBINO CHE SI ERA MESSO UNA CORDA AL COLLO PER GIOCO | Dolore a Padova

HomeRegione VenetoMORTO BAMBINO CHE SI ERA MESSO UNA CORDA AL COLLO PER GIOCO | Dolore a Padova

PADOVA | Alla fine è una tragedia sconvolgente. E' morto il bambino che era stato ricoverato per essersi quasi impiccato da solo giocando con una corda. Alla fine è stato fatale al bambino di 10 anni quel gioco pericoloso. Il piccolo, di Padova, giocando con una corda nella mansarda di casa una decina di giorni fa, era rimasto gravemente ferito ed era stato ricoverato per 10 giorni nel reparto di terapia intensiva per asfissia, conseguente ad un principio di strangolamento.I medici purtroppo non sono riusciti a salvargli la vita e il piccolo
si è spento dopo una decina di giorni in cui ha lottato tra la vita e
la morte. I genitori, con grande forza e coraggio, hanno acconsentito
all'espianto degli organi del piccolo.

Una vera tragedia famigliare che ha colpito non solo i parenti ma l'intera comunità . A lanciare l'allarme ai genitori era stato il fratello maggiore del piccolo, di poco più grande, che giocava nei paraggi. Il bimbo si sarebbe impiccato con una corda che lui stesso, per gioco, aveva attaccato al lucernaio di casa. Una volta portato in ospedale, si era sperato di poterlo salvare nonostante il bambino fosse rimasto per dieci lunghissimi minuti senza respirare. A causa di questa mancanza di ossigeno si era ipotizzato che il ragazzo potesse riportare dei danni celebrali, forse permanenti. Invece, quel gioco gli è stato fatale.
Il fanciullo sarebbe rimasto appeso alla corda quindi privo di ossigeno per troppo tempo, prima di essere liberato dai genitori.
Il parroco della chiesa di Selvazzano, nella quale verrà  celebrato il funerale, ha detto che la famiglia sta affrontando questa grande sciagura con un equilibrio magistrale, che è necessario rispettare il loro enorme dolore, a cui stanno cercando di reagire.

Giorgia Pradolin
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[25/10/2012]


titolo: MORTO BAMBINO CHE SI ERA MESSO UNA CORDA AL COLLO PER GIOCO | Dolore a Padova
foto: OSPEDALE (REPERTORIO)


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

“Io, sfrattata da Venezia, ho voluto a tutti i costi tornarci ed è stato un incubo”. Lettere

In risposta alla lettera “So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Venezia... Io ci sono nata 60 anni fa e sono dovuta scappare a 15 anni con tutta la famiglia perché già a quei tempi per...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...

Ecco cosa si prova ad andar via dalla Venezia in cui si è nati. “Le lacrime durante il trasloco”. Lettere

In risposta alla lettera: “Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Di G.A. & D. Pugiotto La marsaria Quela matina del febraro sesantaoto Xe ga Liga la barca del Mario in fondamenta, e col careto del osto, che spussa de...

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi Actv: ecco come e quando

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi di trasporto pubblico locale. La comunicazione arriva direttamente dall'Azienda che recepisce il DL del governo sul tema. E dato il rigore della disposizione non è certo il caso di prenderla alla leggera: la sanzione...

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

“I televirologi che ci avevano promesso l’immunità col vaccino…”. Lettere

Dal mese di dicembre, televirologi, burocratici della sanità pubblica e chi ha fatto del virus misteriosamente arrivato dalla Cina (e mai isolato) una prolifica professione, stanno cadendo come pere dagli alberi. Gli interessati adoratori del Dio vaccino, si accorgono o fingono...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

Venditori abusivi e forze di polizia, il dibattito dei nostri lettori

Questo articolo qui sotto ha avuto la capacità di aprire un acceso dibattito tra alcuni nostri lettori in merito alla questione dei venditori ambulanti abusivi a Venezia. Tutte le posizioni sono rispettabili e dettate da valutazioni personali di logica e di coscienza...

Assessore alla Sicurezza spara durante una lite: morto marocchino

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), è l'uomo che ha sparato il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto...