16.3 C
Venezia
martedì 21 Settembre 2021

Mi ostacoli il gioco d’azzardo? Ti riduco i fondi. Matteo Renzi sul piede di guerra

HomeNotizie NazionaliMi ostacoli il gioco d'azzardo? Ti riduco i fondi. Matteo Renzi sul piede di guerra

matteo renzi fa il segno sono matti

«Che vergogna! La potente e ricchissima lobby delle slot e del gioco d’azzardo ha colpito ancora. Ostacoli le slot machines nel tuo territorio? Lo Stato ti taglia i trasferimenti» ha cominciaro il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, su Internet, attraverso il suo profilo Facebook.

«Non posso spiegarlo, perché è inspiegabile. Ho chiesto al Pd di rimediare» ha scritto, replicando subito dopo Matteo Renzi via Twitter.

Si tratta di questo: vi è un emendamento (al decreto per fronteggiare il dissesto finanziario del Comune di Roma) che consente al governo di ridurre i trasferimenti alle Regioni e agli enti locali che emanano norme restrittive contro il gioco d’azzardo. Una norma che il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, ha definito «vergognosa» e Matteo Renzi «una porcata», ma che secondo chi l’ha proposta, il Nuovo Centrodestra, e chi l’ha votata, il partito di Alfano ma anche il Pd e Scelta Civica, servirebbe solo a risolvere un pasticcio.

Matteo Renzi si scontra ancora con il Partito Democratico quindi, ma anche il Nuovo Centrodestra e Scelta Civica, trovando stavolta come alleati la Lega Nord, il Movimento 5 Stelle, Sel e anche Forza Italia.

«Le competenze sui giochi pubblici sono riservate allo Stato, e con la legislazione attuale se Regioni e Comuni mettono in atto limitazioni a questi giochi», tra i quali le famigerate slot machines , «questo comporta come conseguenza l’obbligo per lo Stato di risarcire le aziende che hanno in gestione questi giochi del danno subito da queste limitazioni» ha detto Sergio Lo Giudice, senatore del Pd, aggiungendo che oltre alla norma che impone il taglio dei trasferimenti pubblici a chi pone vincoli a sale giochi e slot machines, c’è anche un ordine del giorno che impegna il governo e i Comuni a concordare delle politiche di contenimento del gioco d’azzardo e di salvaguardia delle fasce più deboli e sensibili della popolazione. Le spiegazioni, però, non hanno convinto Forza Italia, M5S, Lega e Sel, che in Senato hanno votato contro l’emendamento, ma neanche i renziani.

Paolo Pradolin

[20/12/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor