22.7 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

McDonald’s chiusi a Mosca, ritorsioni contro le sanzioni?

HomeMondoMcDonald’s chiusi a Mosca, ritorsioni contro le sanzioni?

mcdonalds fast food mestre

McDonald’s chiusi a Mosca, si tratta di 4 ristoranti fast food chiusi dalle autorità russe per presunte violazioni delle norme sanitarie.
L’operazione, secondo alcune agenzie di stampa, sarebbe la prima di una serie che riguarderebbe gli altri 430 negozi della catena americana. Altri McDonald’s potrebbero dover chiudere nelle prossime settimane.

La decisione delle autorità russe è stata interpretata da molti osservatori come una possibile risposta alle sanzioni decise dai Paesi occidentali contro la Russia.

Tra i punti vendita chiusi c’è anche il primo storico McDonald’s aperto in Russia, quello di piazza Pushkin.

Redazione

21/08/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.