Renzi a Treviso: più fondi per scuole, meno burocrazia e meno tasse

187

renzi e manildo a treviso

Treviso, questa la città scelta dal neo premier Matteo Renzi per la sua prima uscita pubblica. Tappa iniziale, la visita insieme al sindaco Giovanni Manildo alla scuola media Coletti, nel quartiere di San Liberale, la visita prosegue alle 10 con l’incontro assieme ai sindaci della Provincia di Treviso nella Chiesa Museo di Santa Caterina, dove ad accogliere Renzi ci sono anche il governatore del Veneto, Luca Zaia e il presidente della Provincia, Leonardo Muraro.

La giornata proseguirà con un incontro alle 11 e 30 a Palazzo Rinaldi, sede del Comune di Treviso, con gli imprenditori trevigiani capitanati dal loro presidente Alessandro Vardanega e i lavoratori dell’Electrolux di Susegana (che però non potrà incontrare per intrattenersi di più con gli industriali, ma incontrerà in settimana a Roma), alle 13 infine, il Presidente del Consiglio farà visita alla H-Farm Ventures di Roncade (Tv).

Ad attendere il premier a Santa Caterina, anche un nutrito gruppo di Forconi. I partecipanti del movimento ‘’9 dicembre’’ ha organizzato un sit-in di protesta gridando ‘’ Vogliamo il voto, è una dittatura, basta morti sul lavoro’’.

Intanto ad attendere il premier a Palazzo Rinaldi, alcuni manifestanti di Forza Nuova e nel percorso fino alla sede del Comune, grida di scherno ‘’Buffone! Vergognati’’ da parte dei Forconi e dei cittadini, che chiedono che il premier si fermi a parlare e con cartelli di protesta, contestano il loro diritto di voto.

Nella sala adibita alle riunioni intanto, il Presidente del Consiglio sta ascoltando le richieste dei sindaci: meno tasse sul lavoro, meno burocrazia, aiuti per le zone alluvionate e per il dissesto idrogeologico ed infine un coro unanime: ‘’Basta Patto di Stabilità’’. Il premier sta prendendo appunti, assicurando che interverrà per sbloccare i vincoli del Patto.

I politici però, non sono gli unici a pretendere qualcosa dal nuovo Presidente del Consiglio. Stamane, davanti alla scuola media Coletti, dove il premier è arrivato alle 9, vi erano anche sindacalisti e genitori, che assieme all’Assessore comunale di Venezia per le Politiche Educative, Tiziana Agostini, hanno chiesto a gran voce che si risolva l’emergenza ‘’scuole sporche’’ e vengano così stanziati nuovi fondi.

Ad attenderlo all’ingresso della scuola di Treviso, anche molti genitori del comitato veneziano. Renzi si è inoltre rivolto agli studenti dicendo ‘’Problemi a scuola? Ditelo a me’’ e lascia la sua email matteo@governo.it.

Alice Bianco

[26/02/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here