20.1 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Massimo Ongaro nuovo direttore del Teatro Stabile del Veneto

HomeSpettacoloMassimo Ongaro nuovo direttore del Teatro Stabile del Veneto

massimo ongaro foto di m ichele crosera

Il Consiglio di Amministrazione ha nominato Massimo Ongaro direttore artistico del Teatro Stabile del Veneto.

“Il Consiglio – ha affermato il Presidente del Teatro, Angelo Tabaro – ha preso visione dei curricula che sono pervenuti e, dopo un’ampia discussione, ha deciso di avvalersi della collaborazione di Massimo Ongaro che, per le esperienze e per profilo di relazioni internazionali, ci ha convinto e al quale il Consiglio assicura all’unanimità ogni collaborazione in vista di un compito certamente arduo al quale Ongaro viene chiamato, per ridare entusiasmo al movimento teatrale di tutta la Regione e in particolare delle Città di Padova e Venezia”.

Nei prossimi giorni il Consiglio incontrerà Ongaro per discutere con lui del progetto di rilancio del Teatro Stabile, affinché ritorni ad essere per Padova, Venezia e il Veneto tutto un imprescindibile punto di riferimento.

Il Consiglio ringrazia tutti coloro che hanno manifestato interesse a collaborare con lo Stabile del Veneto inviando il proprio curriculum e, in particolare, segnala la disponibilità manifestata da Pierluca Donin a una collaborazione fattiva con il Teatro, forte dell’esperienza pluridecennale del circuito di Arteven di cui egli è protagonista e che rappresenta un’eccellenza a livello nazionale.

Infine, il CdA esprime il proprio ringraziamento ad Alessandro Gassmann per il lavoro svolto in questi anni e in particolare per le opere da lui stesso prodotte e interpretate.

Il nuovo direttore artistico Massimo Ongaro ha così dichiarato: «È per me, senza alcuna retorica, un grande onore essere scelto quale direttore del Teatro Stabile del Veneto. In un momento di grande cambiamento dell’orizzonte teatrale italiano, sento profondamente la responsabilità di essere chiamato a dirigere lo Stabile nella fase delicata imposta dalla nuova normativa che sta entrando in vigore. Il legame con il territorio, la valorizzazione – anche a livello internazionale – della grande tradizione teatrale della nostra Regione, il rilancio pieno di due realtà importanti come il Verdi di Padova e il Goldoni di Venezia, ciascuna nelle sue specificità, saranno gli obiettivi fondamentali su cui mi orienterò nel mio lavoro. Nei prossimi giorni incontrerò il Presidente Tabaro per discutere il programma di attività per le stagioni a venire».

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.