20.4 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Furti a Martellago: tra i residenti ritorna la paura

HomeCittà Metropolitana di VeneziaFurti a Martellago: tra i residenti ritorna la paura

ladro svaligia villa forzando finestra

Altra ondata di furti a Martellago. Dopo un periodo di pausa, i ladri sono ritornati a ‘’far visita’’, compiendo due rapine, prima in un’abitazione e poi in un locale del centro. Nell’appartamento hanno però lasciato inavvertitamente delle impronte.

Il primo furto, avvenuto in tarda mattinata in una palazzina, era stato segnalato alle forze dell’ordine, dopo che alcuni testimoni avevano visto persone sospette avvicinarsi allo stabile. I ladri sono comunque riusciti a salire nel terrazzo e ad introdursi all’interno dell’abitazione.

Scardinate le persiane e le finestre, hanno iniziato a rovesciare qualsiasi cosa, in particolare oggetti di metallo, che hanno disseminato nelle stanze. I furfanti, probabilmente poco esperti, sono scappati non accorgendosi prima, di aver lasciato numerose tracce di fango.

Le orme sul pavimento dell’abitazione corrisponderebbero ad una suola di misura piccola, come fosse quella di un ragazzino. I ladri sono poi fuggiti, senza però portar via nulla, probabilmente preoccupati o fermati da un rumore sospetto.

Fruttuosa invece, la rapina messa a segno all’alba di ieri, alla pizzeria-bar ‘’Carbona’’. I ladri si sono introdotti nel locale attraverso il lucernario della toilette, hanno poi scassinato le slot machines, per un bottino di qualche centinaia d’euro e se ne sono andati via scappando a piedi.

Sul tentativo di furto i Carabinieri stanno indagando, mentre nel locale, i ladri hanno potuto agire indisturbati, detestando solamente qualche sospetto su un residente della zona, svegliato alle cinque del mattino a causa di alcuni rumori.

Alice Bianco

[19/02/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.