1.2 C
Venezia
martedì 07 Dicembre 2021

Maestri del borseggio in azione a Venezia, sono madre e figlio

HomeNotizie Venezia e MestreMaestri del borseggio in azione a Venezia, sono madre e figlio
la notizia dopo la pubblicità

Maestri del borseggio in azione Venezia

Nella tarda mattinata di ieri, una pattuglia del Commissariato “San Marco” operante nel centro storico di Venezia, ha notato la presenza di due sospetti in prossimità del ponte di Rialto.
In particolare, si trattava di una donna, dall’evidente aspetto nomade, che si accompagnava ad un ragazzino che era con tutta probabilità il figlio.

La coppia ha destato da subito il sospetto, negli operatori, che fosse dedita ad individuare eventuali soggetti da borseggiare (il luogo infatti è uno tra quelli più trafficati dai turisti provenienti da tutto il mondo), dato che la coppia continuava freneticamente a passare da un lato all’altro del celebre ponte, ponendosi continuamente alle spalle dei gruppi di turisti in transito, scegliendo con oculatezza i soggetti ultimi del gruppo con zaini o borse portati in spalla.

Dopo pochi minuti dall’avvistamento, gli agenti notavano la coppia posizionarsi alle spalle di alcuni turisti sul lato destro del ponte (lato Fontego dei Tedeschi): qui, la donna – opportunamente coperta da sguardi indiscreti dal figlio – infilava la mano all’interno di una borsa estraendone un oggetto non meglio identificato.

Subito dopo i due si allontanavano in direzione di Campo San Bartolomeo e poco oltre (sempre seguiti con discrezione dai poliziotti), venivano notati estrarre l’oggetto dalla borsa (poi rivelatosi essere un portafoglio) per esaminarlo con tranquillità.
A quel punto i poliziotti decidevano di intervenire, fermando la coppia e qualificandosi come appartenenti alle Forze dell’Ordine.

Condotti presso i locali del Commissariato di Fondamenta San Lorenzo, la donna è stata identificata per tale N.M., cittadina serba di 35 anni, formalmente residente in un campo nomadi della Toscana e con diversi precedenti penali a carico riferiti alla medesima attività criminosa, mentre il giovane è risultato essere il figlio 13enne.

Addosso a loro veniva trovato il portafoglio da uomo con denaro e documenti di un cittadino svedese di 77 anni, ovvero con tutta probabilità la vittima del furto avvenuto poco prima.

Al termine degli atti di Polizia Giudiziaria redatti nei loro confronti, la donna è stata denunciata per il reato di furto aggravato in concorso con minore, mentre il ragazzo è stato riaffidato alla madre.

Redazione

[06/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Lettera ai veneziani: Non vedete lo scempio in cui state riducendo la vostra città?

Accludo una fotografia emblematica del disastro che state combinando nella vostra città (Venezia, ndr). A un primo esame si potrebbe pensare che si tratta della foto di qualche bazar in Medio Oriente o un mercatino in centro America o Africa, invece corrisponde...

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

19enne di Pianiga trovato morto a Padova. La disperazione della famiglia. Di Andreina Corso

Un ragazzo muore a 19 anni a Padova, all’interno di un capannone abbandonato poco distante dal Parco delle Mura, frequentato da chi si trova a vivere in strada, a cercare riparo e rifugio per la notte che sembra coprire con una...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

Padova: “Prego biglietti”. Stranieri minori fanno il finimondo: scaraventate a terra due verificatrici

Padova, lunedì poco prima delle sei del pomeriggio autobus di linea in via Venezia. Alla fermata sul "10" salgono i controllori, uomini e donne. Ormai da tempo fare il verificatore nei mezzi pubblici è mestiere "a rischio" quindi i dipendenti di Busitalia...

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...