sanremo 2014 littizzetto fazio terenze hill

E’ un po’ come subito dopo le elezioni: tutti hanno un po’ vinto, nessuno ha un po’ perso. L’ultimo Festival di Sanremo non è stato molto brillante sotto l’aspetto audience e indici d’ascolto, tanto che ancora oggi sono in molti ad affermare che sarebbe andato in passivo in termini di raccolta pubblicitaria.

Probabilmente la verità sta nel mezzo: non avendo potuto assicurare agli inserzionisti il solito pacchetto di milioni di telespettatori, Fazio, Littizzetto e C. si trovano in difficoltà con gli sponsor che pure gli hanno pagati gli spazi.

Così si è saputo che gli ascolti molto più bassi del previsto potrebbero essere ricompensati con la cessione di nuovi spazi pubblicitari gratuiti.

ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000

Ad ogni buon conto, La Rai precisa ancora una volta in una nota ufficiale che «a fronte di costi pari a 18 milioni di euro (11 milioni Rai e 7 per la Convenzione con il Comune di Sanremo), i ricavi netti sono di 20 milioni 140 mila euro». A cui vanno aggiunti gli introiti dai biglietti per l’Ariston (600 mila euro): dunque per Sanremo 2014 vi è «un saldo attivo di 2 milioni 740 mila euro».

Il direttore di Rai1 Leone aveva già spiegato nei giorni scorsi che al massimo potrebbe essere concordato un «risarcimento» pubblicitario: cedere gratuitamente agli investitori spazi pubblicitari rimasti invenduti, che in questo momento storico di crisi non mancano. Dunque, un risarcimento a costo zero per i bilanci Rai.

Non sarà nemmeno difficile trovare gli spazi da collocare per le pubblicità a ‘costo zero’ perchè tutto il sistema sta vivendo un momento di recessione. Non solo la tv pubblica, ma anche la ‘privata’, e tutti gli altri media, compresa carta stampata, vede una riduzione del gettito pubblicitario di questi tempi, sia in termini di qualità che di quantità.

Paolo Pradolin

02/03/2014

Riproduzione vietata

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here