5.7 C
Venezia
giovedì 09 Dicembre 2021

Luna piena d’Agosto, di Grazia Brunelli. Prefazione di Giulio Galletto

HomesocietàLuna piena d’Agosto, di Grazia Brunelli. Prefazione di Giulio Galletto
la notizia dopo la pubblicità

Non può essere solo suggestione di chi legge queste pagine, il sentirsi catturato, rapito dalla forza delle parole che comprendono il mistero della natura e del suo alfabeto esistenziale e con esso trama momenti esclusivi di colore, di silenzio e di complicità. Il mito non basta all’esigenza spirituale dell’autrice, la sua è anche testimonianza sociale.
Lei stessa è un racconto nella sua descrizione pacata ed evocativa pur nell’animo esasperato nella fatica della ricerca. Incertezza e innocenza interrogano la scrittrice “Non conosco dove sorge la Terra, raccontami tu dove sorge la Luna. Dimmi, finisce il Cielo?”

La vita che è stata, quella che c’è, quell’altra che verrà. Forse. Intanto corrono le vicende dell’umano vivere: Selene, Endimione, Adamo, diventano quasi evanescenti nell’immaginario poetico della scrittrice, la sofferenza talvolta travalica la stessa storia che ci viene consegnata, un assimilarsi di visioni ed emozioni, cantano e conducono nella sua casa segreta, la casa delle parole. Eppur è in quello star in bilico che abita la poesia che Grazia Brunello cura e disseta attraverso la sua prosa e le sue liriche.

Tra presente e passato si consuma la storia, ci meraviglia il risveglio, ora etereo, ora trasportato nella sua Verona assimilato al suo corpo. Il suo corpo di donna che sa, come Dostoevskij che “ … l’inferno è la sofferenza di non poter più amare…”
Rintraccio dal suo libro ”Selene gridava senza voce, no alla strage della storia di vittime immolate, no alla storia di donne violate nei soli sogni della vita… sperava che le parole fiorissero nei colori dell’umanità vera, quella che muoverà il suo cammino nella pace e nella solidarietà. Voleva, ci dice la voce narrante ‘che il bianco della calce purificasse ogni luogo, per far rifiorire libero ogni colore…”

Il dolore per l’amore lontano, l’illusione di leopardiano sentire illumina , ora con tocchi rosso fuoco, ora con carri tirati da cavalli bianchi, la forza della volontà e la vulnerabilità dei sentimenti. E come poeta “che stringe tutto al cuore”, Selene legge i pensieri dei passanti. E ascolta discorsi dissonanti che come in un’orchestra intonano lo strumento prima dell’esecuzione. Raggela quest’ultima lucida intuizione.

Le domande che l’autrice si pone, sanno che la risposta è altrove.
Dove sei poeta? Quale strada percorri quando il pianto silenzioso si perde nel labirinto della vita…
Cosa fai, cosa dici, cosa opponi a chi perde la casa, il lavoro. Voltati, e scrivi iniquità contro chi impedisce di vivere la parola onestà. Dove sei poeta, quando un bambino a scuola si sente invisibile?Dove sei poeta mentre le donne e perfino le bambine siriane vengono vendute? Così accadde. Io c’ero. Queste le ultime parole del libro, del viaggio stupefacente che Grazia Brunelli ci affida.

Andreina Corso

[27/06/2014]

Riproduzione vietata

grazia brunelli luna piena d'agosto

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Salvate Venezia: i vip contro lo sfruttamento selvaggio che uccide la città

Sotto la spinta di Venetian Heritage, benemerita associazione già intervenuta tante volte generosamente per aiutare la salvaguardia, Mick Jagger, Francis Ford Coppola, James Ivory, Wes Anderson, Tilda Swinton, il direttore del Guggenheim Museum Richard Armstrong, l'artista Anish Kapoor scrivono a politici e amministratori.

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

Jesolo: cani in spiaggia, perché in pochi rispettano le regole? Perché nessuno le fa rispettare?

Come ogni anno, decido di trascorrere qualche giorno di vacanza a Jesolo con la mia compagna e il nostro bimbo di un anno e mezzo. Dato che non abbiamo esigenze particolari, andiamo in spiaggia libera, in modo da avere più spazio...

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

Pensioni: cosa vuol dire Quota 102

Pensioni: sembra segnata la strada, e va verso Quota 102. Ma che cos'è "Quota 102" che va a interessare una platea di 50mila persone in 2 anni? Quota 102 (che arriverebbe al posto di Quota 100 che si esaurisce il 31 dicembre) dall'anno...

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...