Ludovico De Luigi, l’artista che ha saputo entrare nel futuro attraverso il passato. Di Giorgio Pilla

ultima modifica: 18/11/2013 ore 06:37

282

ludovico de luigi sospiri atomici particolare

Il sito non poteva essere che quello, la dove le Procuratie nuove si congiungono con l’Ala napoleonica, l’angolo in cui la Piazza si presenta come da un balcone sul mondo, che tante volte il mago dell’illusione Ludovico De luigi ci ha mostrato nelle sue tele addensate di futuro, ma concepite con l’animo rivolto al passato.

E’ qui dunque, nelle sale della Fondazione Bevilacqua La Masa, che il 31 Ottobre è stata inaugurata la grande Mostra antologica di questo eclettico Artista veneziano che ha saputo leggere nel divenire del tempo la Città con l’amore del figlio, capace di percepire avvenimenti futuribili che ne avrebbero segnato il destino, non sempre, purtroppo, positivo.

E’ sorprendente rendersi conto, oggi, con quale spirito le sue inestimabili “vedute” veneziane fossero concepite agli inizi degli anni sessanta del secolo scorso, quasi un istinto divinatorio in grado di fornirgli la percezione di cosa avrebbero prodotto alcune delle brillanti idee, relativamente alla vita della Città, concepite allora, che Egli traduceva in pittoriche realizzazioni così ricche di palpiti descrittivi e altrettanto arricchite di pensiero.

Crediamo che da ciò derivi quella particolare, unica, pittura declinata con una “ miscela immaginativa fatta congiuntamente di sottile ironia e drammatico catastrofismo “ ( come ci fa notare Enzo Di Martino nella dotta presentazione in catalogo ) intuita per dar vita a visioni esplicitanti utopisticamente ciò che l’uomo ed il tempo saranno capaci di procurare a questa insolita, inimitabile, fragile comunità di pietre ed acqua che sembra si sorreggano a vicenda, in uno stato di alternanza figurativa, voluta da progenitori in grado di dominare la natura per far si che dalle acque, ora trasparenti, altrove limacciose, potesse sorgere l’urbe che avrebbe fatto trepidare tante anime sensibili nel corso dei secoli.

Ludovico De Luigi ha saputo cogliere l’intimo di tutto ciò donandoci le sue proprie emozioni che

>> segue >>

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Carnevale di Venezia 2020
➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here