8.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

L’Inter è matta, il Livorno ne approfitta

HomeCalcioL'Inter è matta, il Livorno ne approfitta
la notizia dopo la pubblicità

inter non segna mazzarri mangia bottiglietta

Anche vecchi difetti degli anni 90 e 80 tornano fuori, ora: l’Inter si comporta da matta, da squadra capace di tutto nel bene e nel male. L’ultima puntata di questa follia collettiva è appena andata in scena.

L’Inter, dopo aver raccolto un punto nelle due partite in casa con Atalanta e Udinese, segnando appena un gol, è riuscita a pareggiare a Livorno una partita che stava conducendo 2-0.

IL risultato ha del clamoroso perchè i nerazzurri erano in vantaggio 2-0 alla fine del primo tempo e perché la squadra di Di Carlo, al di là di una grande volontà generale, non sembrava proprio nelle condizioni di riuscire ad impensierire Handanovic. Invece i nerazzurri nella ripresa hanno fatto quello che non sanno fare: gestire la partita, convinti di averla già vinta. Situazione pericolosissima, perché al 9’ il Livorno l’ha riaperta su angolo di Greco e conclusione all’incrocio di Paulinho, al 12° gol in campionato, liberissimo di colpire in completa autonomia.

Sull’1-2, Di Carlo ha mandato in campo Duncan e Emeghara, aumentando la forza offensiva, ma per il pareggio bastava aspettare la mossa di Guarin (entrato per Hernanes), che fa uno sciagurato passaggio all’indietro, che mette in movimento Emeghara, che infila Handanovic. A nove minuti dal termine la squadra milanese si trova a dover imbastire di nuovo i suoi attacchi senza capo ne’ coda.

L’Inter è matta, deve esserlo, perchè ogni volta che i punti diventano decisivi per andare in Europa trova la maniera di punirsi. Questa volta lo fa in una partita dai contenuti tecnici deprimenti, con tantissimi errori, che si sblocca solo dopo 37’ con un tiro violento in area di Hernanes, l’unico da non buttare dalla torre.

l’Inter è lenta e prevedibile nelle decine di tocchi con i quali spera di arrivare in porta, con giocatori fermi in attesa del pallone. La solita, insomma.

Roberto Dal Maschio

[01/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...