24.9 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Lidia uccisa nel sottopassaggio dal suo ex

HomeCronacaLidia uccisa nel sottopassaggio dal suo ex

carabinieri rilievi omicidio torino

Lidia è stata attirata in una trappola e poi accoltellata e uccisa dal padre di uno dei suoi figli.
Si tratta di un altro femminicidio, il più squallido: la vendetta dell’ex che costa la vita a Lidia Nusdorfi, la donna di 35 anni uccisa sabato sera nella stazione ferroviaria di Mozzate (Como).

L’autore dell’omicidio ha confessato, è Dritan Demiraj, fino a pochi mesi fa compagno della vittima. Demiraj è l’uomo che ha atteso Lidia nel tunnel della stazione colpendola con due coltellate.

L’uomo originariamente era stato escluso dalle responsabilità, ma non dalle indagini, perchè aveva dimostrato di avere un alibi, invece aveva solo convinto il suo datore di lavoro, il titolare di una panetteria di Rimini, a dire che lui sabato sera era regolarmente sul luogo di lavoro. Ora anche il panettiere è finito in carcere con l’accusa di favoreggiamento: ai carabinieri avrebbe detto di non sapere che il suo dipendente avesse in testa di commettere un omicidio, ma solo che doveva andare ad accudire i suoi figli.

Redazione

[04/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.