martedì 25 Gennaio 2022
7.8 C
Venezia

LEONARDO, IL BAMBINO PORTATO VIA DA SCUOLA, IN CLASSE E' UN GENIO | Mai avuto problemi, dicono

HomeRegione VenetoLEONARDO, IL BAMBINO PORTATO VIA DA SCUOLA, IN CLASSE E' UN GENIO | Mai avuto problemi, dicono

PADOVA | Leonardo, (da giorni i giornali lo chiamano così), il bambino portato via da scuola che si vede nel video di 'Chi l'ha Visto', è una mente brillante come il suo illustre omonimo Da Vinci. Leonardo costruisce i regali per i compleanni, ha una collezione di dieci in pagella, e partecipa alle olimpiadi di matematica con quelli delle scuole medie. Leonardo in classe era un genio. Leonardo legge molto ed ha il pallino del computer, Anche lì, con capacità  sopra la media,quando si è trattato di eleggere con voto di tutti, bambini compresi, il più adatto per un «posto» da assistente-maestra nelle lezioni hi-tech il posto è andato a lui, che normalmente chiacchiera su Skype e usa Photoshop per ritoccare le foto del nonno.

Le foto del nonno, altra passione: ore e ore a studiare i punti più lontani delle stelle con il telescopio assieme al nonno, poi lui scattava le foto e Leonardo (dieci anni, lo ricordiamo) le rielaborava al computer. Capacità  applicate solo agli interessi? Neanche per sogno: la mamma racconta un colloquio con il suo professore di matematica «Mai visto un talento così» confessando la velocità  con la quale Leonardo comprende la materia. «Qualche volta io spiego e lui anticipa le conclusioni».

Come sono lontane queste descrizioni dalle tremende immagini impresse nel video del bambino portato via dal padre con l'aiuto della polizia, talmente lontane da rendere incredibile una situazione 'posteriore' per cui vi fosse l'esigenza, come si vede nel filmato di 'Chi l'ha Visto', di farlo portare via.
E' chiaro che eventuali deficit vanno ricercati altrove, non certo sull'apprendimento, ma anche sotto l'aspetto comportamentale sembra non esserci molto da indagare: in Leonardo non c'è traccia (quantomeno non visibile) di infelicità . Non è timido, non si emargina ed ha energia ed entusiasmo da vendere.
Momenti di tristezza o di facce cupe nessuno sembra ricordarne. Capricci, forse, ma anche in quello Leonardo sembra essere un po' speciale: pochi lamenti e molto darsi da fare. A scuola, con la fila di dieci in pagella, o in piscina, dove ha superato, a suon di allenamenti, il corso per ottenere il brevetto.

Laura Beggiora
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[13/10/2012]


titolo: LEONARDO, IL BAMBINO PORTATO VIA DA SCUOLA, IN CLASSE E' UN GENIO | Mai avuto problemi, dicono
foto: IL BAMBINI PORTATO VIA DAL PADRE CON L'AIUTO DELLA POLIZIA (DA TRASMISSIONE TV CHI L'HA VISTO)


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Dall’anno scorso vivo a Marghera, tutti mi chiedono: com’è via da Venezia?”. Lettere

In risposta alla lettera: “Non è che chi va fuori non ami più Venezia, è lei che non c’è più”. Buongiorno, Dall’anno scorso vivo a Marghera nella casa di Mia madre nel quartiere Cita. Tutti mi chiedono come mi sento dopo aver lasciato Venezia. Sto...

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

Jesolo: cani in spiaggia, perché in pochi rispettano le regole? Perché nessuno le fa rispettare?

Come ogni anno, decido di trascorrere qualche giorno di vacanza a Jesolo con la mia compagna e il nostro bimbo di un anno e mezzo. Dato che non abbiamo esigenze particolari, andiamo in spiaggia libera, in modo da avere più spazio...

“Mi sono trovata visitatori alle spalle in casa mia! Io grido e loro: ‘Ma non è tutto Biennale?’ “

L'articolo che avete pubblicato ieri sui turisti per la Biennale alla Celestia contiene un grande fondo di verità. Dopo averlo letto mi sono decisa a scrivervi per raccontarvi un fatto che mi è appena accaduto. Abito in una laterale di via Garibaldi,...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

“Dall’anno scorso vivo a Marghera, tutti mi chiedono: com’è via da Venezia?”. Lettere

In risposta alla lettera: “Non è che chi va fuori non ami più Venezia, è lei che non c’è più”. Buongiorno, Dall’anno scorso vivo a Marghera nella casa di Mia madre nel quartiere Cita. Tutti mi chiedono come mi sento dopo aver lasciato Venezia. Sto...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Tuffi a Venezia: turista in topless nuota davanti alla Partigiana

Fuori programma a Venezia venerdì 21 gennaio. Una giovane turista dalla giunonica bellezza si è spogliata, si è messa in topless, e poi si è bagnata sulle acque della laguna tuffandosi dal monumento della Partigiana, ai Giardini-Biennale. C'è da dire che era...