0.2 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Legge di Stabilità 2014: non piace a molti

HomeEconomiaLegge di Stabilità 2014: non piace a molti
la notizia dopo la pubblicità

milioni di euro

La Legge di Stabilità non soddisfa buona parte del governo e delle categorie ma viene difesa dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha affermato la necessità di operare scelte “responsabili”.

“La questione non è tanto di vedere quanto si sia stanziato, o se si dovesse o potesse stanziare di più – ha detto Napolitano riferendosi alle misure per ridurre il prelievo fiscale su imprese e lavoro. “Il problema – ha aggiunto – è di vedere nell’insieme su quali risorse possiamo contare seriamente senza inventarci delle coperture fasulle”.

La manovra ha fatto storcere il naso a molti, a cominciare dal viceministro all’Economia Stefano Fassina, a cui il ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato ha risposto oggi: “Non si poteva fare di più”.

Non sono però d’accordo Abi, Alleanza delle Cooperative, Ania, Confindustria, Rete Imprese Italia che in una nota affermano che ”La legge di stabilità deve avere misure più consistenti per la ripresa”. ”Manca – continua la nota – una rapida e decisa azione di tagli alla spesa pubblica”; chiedono ”una riduzione più incisiva del cuneo fiscale e costo del lavoro”.

Il deputato democratico Yoram Gutgeld, area renziana, propone di concentrare le risorse destinate all’aumento delle detrazioni Irpef sui redditi più bassi, sotto i 25mila euro: “Viste le limitate risorse disponibili nella legge di stabilità – ha detto Gutgeld – occorre prestare particolare attenzione alle fasce deboli, in particolare limitare la platea dei beneficiari della riduzione dell’Irpef a chi guadagna meno di 25.000 euro lordi, e assicurare che chi era già esentato dall’Imu non paghi la Tasi”.

A tranquillizzare gli animi ci prova Napolitano, sostenendo che “Abbiamo superato momenti molto più complessi, e supereremo anche questo momento di crisi. Occorre ricostruire un clima di fiducia. Tutte le forze sociali, culturali, politiche del Paese sappiano di avere il dovere di dare fiducia, in un’Italia che torni a crescere nel Nord e nel Sud, perché, se crescesse solo al Nord, il Paese non andrebbe troppo avanti”.

Lunedì mattina i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti si incontreranno per fare il punto sul ddl stabilità e valutare le possibili iniziative a sostegno delle richieste di modifica del provvedimento in Parlamento.

Giorgia Pradolin

[18/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Lettera ai veneziani: Non vedete lo scempio in cui state riducendo la vostra città?

Accludo una fotografia emblematica del disastro che state combinando nella vostra città (Venezia, ndr). A un primo esame si potrebbe pensare che si tratta della foto di qualche bazar in Medio Oriente o un mercatino in centro America o Africa, invece corrisponde...

Lettera ai veneziani: Non vedete lo scempio in cui state riducendo la vostra città?

Accludo una fotografia emblematica del disastro che state combinando nella vostra città (Venezia, ndr). A un primo esame si potrebbe pensare che si tratta della foto di qualche bazar in Medio Oriente o un mercatino in centro America o Africa, invece corrisponde...

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

Pensioni: cosa vuol dire Quota 102

Pensioni: sembra segnata la strada, e va verso Quota 102. Ma che cos'è "Quota 102" che va a interessare una platea di 50mila persone in 2 anni? Quota 102 (che arriverebbe al posto di Quota 100 che si esaurisce il 31 dicembre) dall'anno...

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti

Dove si buttano le batterie a Venezia? E un cellulare? Ecco luoghi e orari: è una “ecomobile”

Forse non tutti sanno che a Venezia esiste un' "Ecomobile" acquea itinerante, che raccoglie alcune tipologie di rifiuti urbani pericolosi. Utile, pertanto, ricordarne orari e luoghi, anche perché con l’ora solare, da martedì 9 novembre, sono cambiati gli orari. E’ stata inoltre istituita...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...