7.5 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

l’Associazione “Libri volanti” di Venezia presenta: incontri con Bernard Friot

HomeAppuntamentol’Associazione “Libri volanti” di Venezia presenta: incontri con Bernard Friot
la notizia dopo la pubblicità

Venezia - Bella iniziativa sul libro promossa da Municipalità e Libri Volanti

Egregio, amato e rinfrancato, il libro torna a far parlare di sé. Sa che ne avevamo bisogno e grazie alla Municipalità di Venezia, alla Presidente della Commissione delle politiche della scuola e della famiglia, Alberta Baldan, che ha proposto l’iniziativa accolta e condivisa con entusiasmo dai consiglieri, l’auspicio è diventato realtà ed è stato approvato in Consiglio.

Complice e collaborativa come sempre, l’Associazione “Libri volanti” di Venezia, nata nel 2014 dal desiderio di dieci donne che avevano ereditato da una cara amica più di seicento libri di narrativa classica e contemporanea.
Lo scopo principale dell’associazione è di non disperdere una memoria, un patrimonio umano e librario importante, di promuovere la diffusione della lettura, di favorire la circolazione dei libri e di approfondire tematiche culturali attraverso il prestito gratuito Nonché gli incontri con gli autori, le letture guidate, le conversazioni a tema, gli eventi culturali.

L’Associazione, spiega la presidente Catia Bandinelli aveva a disposizione un patrimonio librario di più di 600 libri che a oggi son divenuti più di 2600 e ha provveduto a pubblicizzare, tramite locandine e volantini, l’apertura del punto prestito e a incontrare varie realtà del quartiere per far conoscere il Progetto. Moltissimi gli eventi e le iniziative segnati da momenti di condivisione culturale e umana, come le Letture ad Alta voce e la Stanza del The a Villa Groggia e la collaborazione del CPT di Venezia Appassionanti le tematiche trattate; Da Donne nell’Arte, Libri da Gustare e poi ancora Incontri con gli studenti italiani e stranieri per approfondire l’esigenza di esprimere i propri mondi interiori.

In occasione della presenza dello scrittore francese Bernard Friot a Venezia, Alberta Baldan ha pensato di organizzare un ciclo d’incontri sulla lettura per l’infanzia e l’adolescenza rivolta alle famiglie, a tutti gli adulti che oltre gli insegnanti si rapportano con i bambini e i ragazzi.

Bernard Friot, scrittore straordinario, vincitore nel 2009 del Premio Andersen con il suo libro Il mio mondo a testa in giù, ha ispirato e formato molti adulti sul valore della lettura ad alta voce. Prima ancora di scrivere per i ragazzi, Bernard Friot ha scritto con loro durante i lunghi anni dedicati all’insegnamento.


Ascoltando le loro piccole grandi avventure e disavventure quotidiane, Friot ha riunito un immenso materiale da cui nascono le sue celebri
Histoires pressées.


L’importanza della parola, ribadiscono i promotori del progetto, supportati da esperti, oggi più che mai assume un significato alto, necessario alla comprensione del tempo in cui viviamo insieme alla complessità che caratterizza la nostra città, chi la abita o la vorrebbe abitare.

La ricerca di una rinnovata coesione tra adulti e giovani, nasce anche e soprattutto dalla valorizzazione del racconto, come ci ha suggerito l’Epica, fin dai tempi antichi, che resiste con fierezza e malinconia all’eccesso dei linguaggi informatici che si amplificano sulle nostre esistenze, talvolta travolgendole, talvolta avvertendoci che il danno è già avvenuto ma che non tutto sia ancora perduto.

locandina associazione libri volanti
locandina associazione libri volanti
continua a leggere dopo la pubblicità

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Andreina Corso
Cittadina 'storica' di Venezia, si occupa della città e della sua cronaca. Cura gli approfondimenti, è giornalista, insegnante, autrice letteraria, poetessa.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 15 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente hai già letto nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del...

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

Assessore alla Sicurezza spara durante una lite: morto marocchino

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), è l'uomo che ha sparato il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto...