29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

La Svizzera chiude le frontiere. Stop agli stranieri

HomeMondoLa Svizzera chiude le frontiere. Stop agli stranieri

berna svizzera turisti stranieri

La Svizzera si è espressa. Sia pur con una strettissima maggioranza, l’elettorato svizzero ha detto sì all’introduzione di tetti e quote all’arrivo di immigrati nel paese.

Ieri si è tenuto il referendum che metteva al voto la proposta dell’Udc, partito della destra conservatrice.
La proposta è passata per un soffio, con il 50,3% dei voti che equivalgono a un margine di appena 19mila schede.

Il pronunciamento del popolo sovrano obbliga adesso il governo e il parlamento di Berna (che avevano espresso parere contrario all’iniziativa) a rimettere in discussione entro tre anni i trattati sulla libera circolazione delle persone sottoscritti con la Ue solo pochi anni fa e dunque a innalzare nuovamente barriere ai confini tra la Confederazione e il resto del continente.

Il voto non dovrebbe avere conseguenze immediate sugli stranieri residenti nella Confederazione né sui lavoratori italiani del Ticino ma una ripercussione di natura politica e diplomatica sì.
Bruxelles manifestato subito la sua irritazione per l’espressione dei cittadini.

«Il voto va contro il principio della libertà di movimento delle persone, ne esamineremo attentamente le implicazioni» ha avvertito il portavoce della commissione Olivier Bailly ricordando che Berna ha sottoscritto nel 1999 un accordo globale con la Ue su una serie di temi che ora potrebbero essere rimessi in discussione nel loro complesso, aprendo un vero e proprio «vaso di Pandora» nei rapporti tra la Comunità e Berna.

Volendo spiegare l’espressionde del voto con i numeri, la Svizzera ospita un buon 23% di residenti stranieri (la cifra ufficiale dell’Itala è del 7%).
A ciò va aggiunta la quota di lavoratori pendolari che ogni giorno varcano la frontiera, provocando il crollo dell’occupazione locale sul mercato del lavoro. Si pensi che dall’Italia partono ogni giorno 60mila lavoratori impiegati a nord di Chiasso.

Paolo Pradolin

[10/02/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.