20.4 C
Venezia
domenica 26 Settembre 2021

La sentenza della Consulta sulla legge elettorale, Napolitano: ‘Lo avevo detto, io’

HomeNotizie NazionaliLa sentenza della Consulta sulla legge elettorale, Napolitano: 'Lo avevo detto, io'

napolitano indulto amnistia

Dopo la bocciatura della legge elettorale da parte della Consulta della Corte costituzionale, interviene il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Nessuno tocchi il Parlamento, è la sintesi del messaggio. Secondo Napolitano: «il Parlamento resta pienamente legittimato ad operare», nonostante «la riforma del Porcellum è ormai un imperativo».

Il capo dello Stato rivendica la legittimità del Parlamento e non usa mezzi termini per sollecitare le forze politiche a riformare la legge elettorale e a «mostrare una espressione di volontà attenta a ribadire il già sancito, dal 1993, superamento del sistema proporzionale».

Il presidente della Repubblica ha poi chiarito: «La decisione della Corte non può avere stupito chiunque ricordi le numerose occasioni in cui io sono intervenuto per sollecitare fortemente il Parlamento a modificare la legge elettorale del 2005 almeno nei punti di più dubbia costituzionalità».

Napolitano ha ribadito la necessità di riforme «che riguardino almeno la riduzione del numero dei parlamentari e il superamento del bicameralismo paritario».

Paolo Pradolin

[06/12/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor