22.7 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

La Russia invade confini Ucraina, i Paesi del G8 pronti all’espulsione

HomeMondoLa Russia invade confini Ucraina, i Paesi del G8 pronti all'espulsione

carri armati russia in ucraina

Verso le cinque del pomeriggio locali, ieri pomeriggio 60 parà russi atterrano con sei elicotteri ai margini di Strilkove, il primo paesino che s’incontra in macchina uscendo dalla Crimea. Altri 60, altri elicotteri, si calano poco dopo. Arrivano mezzi Blindati.

Si tratta di un inizio di invasione. Le truppe russe si piazzano intorno a una stazione di gas naturale: «Siamo qui per proteggere le nostre infrastrutture», dicono, si tratta di una vera e propria invasione, dice Kiev.

Un’escalation scandalosa, accusano gli americani. «Chiediamo il ritiro immediato delle forze militari — avverte di nuovo l’Ucraina —, altrimenti risponderemo con tutti i mezzi». Lo dice ancora più chiaro Yuriy Sergeyev, ambasciatore all’Onu: «Ci prepariamo a difenderci. Finora siamo stati calmi. Da lunedì, si cambia atteggiamento».

Basta poco. Una scintilla in una stazione di gas, e può saltare tutto. Mosca gioca a incendiare, l’Ucraina ad allarmare.

Intanto arriva la risposta dall’Europa: se i suoi carri armati avanzeranno in terra ucraina, la Russia sarà espulsa dal vertice del G8, già previsto per il 4-5 giugno a Sochi, sul suo territorio.

La ventilata espulsione dal G8 — cioè dal nucleo dei Paesi più industrializzati del mondo — sarebbero per Vladimir Putin uno schiaffo e un segno di isolamento difficilmente digeribili. In più, nelle ultime ore cresce anche il tono della protesta americana. Ieri Barack Obama ha riunito alla Casa Bianca la sua squadra responsabile per i problemi della sicurezza nazionale, e con essa ha passato in rassegna le ultime informazioni in arrivo da Kiev e dalla Crimea. Poche ore prima Samantha Power, ambasciatrice statunitense all’Onu, aveva dichiarato che un’invasione russa dell’Ucraina sarebbe «un’escalation scandalosa». Non solo: se accadesse, «la Russia dovrebbe rispondere delle sue azioni e potrebbe essere sottomessa a un isolamento diplomatico ed economico».

Paolo Pradolin

[16/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.