31.4 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

La presidente Zaccariotto saluta il Commissario Zappalorto

HomeCittà Metropolitana di VeneziaLa presidente Zaccariotto saluta il Commissario Zappalorto

commissario prefettizio venezia zappalorto e orsoni

A seguito della nomina di Vittorio Zappalorto a commissario prefettizio del Comune di Venezia, la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto ha salutato l’arrivo manifestando disponibilità “Nel rispetto dei ruoli”.

La Presidente Zaccariotto aveva fatto pervenire al commissario Zappalorto un telegramma di congratulazioni in cui porgeva “il più caloroso benvenuto a Venezia” e dove ribadiva come “la città di Venezia e il suo territorio possano costituire una sfida complessa e importante che sicuramente valorizza un percorso umano e professionale già molto ampio e ricco”. E ancora, il telegramma si chiudeva con “i migliori auguri di buon lavoro a servizio della città, del territorio e dei suoi cittadini”.

La presidente ha poi commentato: «Ho rivolto al commissario Zappalorto non solo le dovute congratulazioni di rito per il prestigioso incarico ricevuto, ma ho anche ricordato come la città di Venezia e il suo territorio abbiano oggi sul tavolo una serie di problematiche aperte, di una complessità e delicatezza straordinarie, la cui soluzione non è pensabile sia delegata ad un uomo solo, per di più un tecnico. Mi riferisco ad esempio al Mose, alla questione delle grandi navi, al futuro del Casinò, al problema della sicurezza e dell’immigrazione, al lavoro e alla situazione economica generale. Problemi complessi che richiedono una visione e un lavoro di squadra, e che soprattutto non possono e non devono essere delegati dalla politica a una figura tecnica, ad un solo uomo che sicuramente non ha la bacchetta magica in mano” ha dichiarato Zaccariotto.

“Sarebbe come riconoscere l’impotenza della politica a fare quello che dovrebbe fare per sua natura, decidere e realizzare scelte nell’interesse della collettività. E sarebbe grave delegare tutto questo al commissario, non vorrei mai che la politica facesse fare al commissario ciò che non è stata in grado, che non ha saputo fare in questi anni, perché così il commissario diventerebbe il capro espiatorio di un momento di grave empasse della politica. Da parte mia c’è massima disponibilità a collaborare per ricercare e costruire assieme le soluzioni dei tanti problemi della città, che presenta anche potenzialità e sfide straordinarie, ma nell’assoluto rispetto dei propri ruoli” ha concluso la presidente della Provincia di Venezia.

(nella foto: il momento del passaggio delle consegne questa mattina a Cà Farsetti tra l’ex sindaco Giorgio Orsoni e il nuovo Commissario prefettizio Zappalorto).

Redazione

[03/07/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.