lunedì 17 Gennaio 2022
3.7 C
Venezia

LA MORTE DI FRANCESCA | Un decesso ancora inspiegabile

HomeVenezia cittàLA MORTE DI FRANCESCA | Un decesso ancora inspiegabile

VENEZIA | Francesca Dri è morta giovedì notte, dopo una serata passata in maniera 'normale' con gli amici: quattro chiacchiere, due risate, uno spritz in Erbaria, a Rialto, ma allora che cosa ne ha provocato il decesso? Chi o cosa hanno ucciso Francesca?Francesca era una ragazza sana di 23 anni e conduceva una vita del tutto 'normale': studio, affetti, lavoro in parrocchia, e un carattere straordinario e altruista per il quale aiutava sempre gli altri.
Una ragazza con la testa sulle spalle, lontana da certi eccessi a volte tipicamente giovanili.

Qualcosa in più su questo anomalo decesso avrebbe potuto dirlo l'autopsia sul corpo della povera ragazza, già  programmata per ieri, sabato, e invece poi slittata a lunedì.
L'abitazione del fidanzato, A.D. di 23 anni, è stata posta sotto sequestro, ma da rilievi e reperti non emergerebbe nulla di strano in grado di spiegare una morte così anomala in giovane età .
Gli uomini della squadra Mobile di Marco Odorisio stanno ricostruendo le ultime ore di Francesca Dri, soprattutto in funzione di quelle cinque ore, dalle 18 alle 23.30 circa, in cui Francesca era rimasta lontana dal fidanzato ed era rimasta in compagnia di un'amica.

Quando il fidanzato e gli amici l'hanno incontrata in Erbaria, verso l'ora di cena, Francesca aveva già  probabilmente qualcosa, faceva fatica a restare in piedi. Da qui le decisioni di inviare un sms ai genitori per avvisare che dormiva fuori e di recarsi presso l'abitazione del fidanzato per passarvi la notte. Tutti gli amici avevano accompagnato Francesca fino al momento di metterla a letto, un momento dal quale in poi era chiaro che la 23enne dormiva.
Un sonno dal quale Francesca Dri non si sarebbe più risvegliata.

paolo pradolin
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[21/10/2012]


titolo: LA MORTE DI FRANCESCA | Un decesso ancora inspiegabile
foto: FRANCESCA DRI (REPERTORIO)


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Venezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l’animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Il video riporta una scena che si è svolta questa notte a Venezia, nello spiazzo dietro Rialto, di fronte al Fontego. Due ragazze, pare inglesi, sono al culmine di una bella serata, a quanto pare anche ben "allegre". Improvvisamente nasce una discordia....

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Venditori abusivi e forze di polizia, il dibattito dei nostri lettori

Questo articolo qui sotto ha avuto la capacità di aprire un acceso dibattito tra alcuni nostri lettori in merito alla questione dei venditori ambulanti abusivi a Venezia. Tutte le posizioni sono rispettabili e dettate da valutazioni personali di logica e di coscienza...

Donna morta dopo 4 vaccini, figli: “A noi chiesto niente”, l’ospedale: “C’è il consenso informato”

La signora aveva fatto un ictus a marzo, dopo la prima coppia di vaccini. Ne avrebbe poi ricevuto altri due secondo la denuncia dei figli.