venerdì 21 Gennaio 2022
1 C
Venezia

JUVENTUS – INTER | Vince l' Inter 3 – 1 e fine alle polemiche

HomeCalcioJUVENTUS - INTER | Vince l' Inter 3 - 1 e fine alle polemiche

CALCIO | E' la rivincita più bella per i tifosi dell' Inter, è la giustizia divina del dio pallone: Juventus – Inter si conclude con una vittoria schiacciante per i nerazzurri, così limpida che Milito e C. hanno dimostrato di essere più forti dei rivali, degli “errori” arbitrali che inevitabilmente sarebbero finiti ad avvantaggiare la Juve, delle traversie contrarie che ti mettono alla prova. Vince l' Inter meritatamente e allo Juventus Stadium è andata in scena una fiaba in cui hanno vinto “i buoni”, quelli per cui fai il tifo dall'inizio del film perchè hanno tutti contro e questi ti combattono con ogni mezzo, corretto e meno corretto.E il finale non sarà  piaciuto solo ai tifosi bianconeri che, loro malgrado, devono ancora capire come la loro squadra si sia sciolta come neve al sole senza l'ombra di una scorrettezza.

I quattro momenti chiave della partita:

fischio d'inizio, siamo al 18° secondo e la Juventus passa subito in vantaggio. Vucinic lancia Asamoah che si trova in fuorigioco di uno-due metri (incredibile che nessuno lo veda), il ghanese serve Vidal che davanti ad Handanovic non sbaglia.
L'azione andava fermata, invece è 1-0 per la Juventus dopo 20″, con l' Inter nel completo pallone: tra lo stadio che è una bolgia, tra la forza degli avversari, tra il fatto che c'è la sensazione che ogni cosa tentata non andrà  bene perchè tanto l'arbitro farà  la differenza, si fa strada nelle menti nerazzurre un senso di consapevole inferiorità , tanto che i giocatori non sanno più a chi passare la palla e sbagliano gli appoggi più facili.

Al 13’, gol annullato all’Inter. I nerazzurri, invece, semplicemente controllati e un po' snobbati dai bianconeri, cercano di abbozzare una reazione e trovano persino il gol dell’1-1. Tagliavento però annulla il gol di Palacio perchè vede un fuorigioco millimetrico dell'argentino al momento del colpo di testa vincente. Corretto, ma tutti si chiedono come mai non abbia visto anche quello di Asamoah di 1-2 metri.

Al 34’ la Juventus dovrebbe rimanere in 10 per l'ora che manca. Lichtsteiner, ammonito qualche minuto prima, entra in ritardo e a gamba alzata su Palacio con un fallo da fabbro ferraio. Tagliavento non ha coraggio di dare la seconda ammonizione, che pure tutto il mondo vede come inevitabile. Lichtsteiner non viene ammonito e per lui non scatta quindi il rosso. Immediatamente la panchina della Juventus lo richiama sostituendolo capendo che è stato fatto un regalo grande e che non è il caso di rischiare ancora di più.

46': inizia un'altra partita. Tagliavento – che forse durante l'intervallo 'si è reso conto' dei troppo eclatanti “errori” – da questo momento diventa perfetto. Perfetto ed equidistante: ci sono subito dei cartellini gialli per entrambe le squadre (quindi anche per la Juventus) che danno l'impressione di una direzione imparziale.
Infatti al 59’ Marchisio tiene per la maglia Milito in area, Tagliavento ben coadiuvato da Orsato decreta il calcio di rigore.
L’Inter pareggia ed è la prima pietra su cui costruirà  un 3-1 memorabile, un 3-1 che interrompe l’imbattibilità  bianconera in campionato che dura da 49 partite, che fa registrare la prima sconfitta per la squadra di casa allo Juventus Stadium, ma soprattutto, che compie il grande miracolo che permette oggi di parlare di calcio giocato e non di calcio malato come dopo Catania.

Roberto Del Maschio
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[04/11/2012]


titolo: JUVENTUS – INTER | Vince l' Inter 3 – 1 e fine alle polemiche
foto: MILITO GOL (REPERTORIO)


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

“Nessun veneziano che conosco tornerebbe a vivere a Venezia”. Lettere

In risposta alla lettera “Venezia è ingorda di denaro. Sarebbe l’ora di un progetto sostenibile”. Mi si spezza il cuore ogni volta che vado a Venezia. La mia città dove sono nata e cresciuta e che amo profondamente. Vivo in terraferma da...

Sciopero Actv di 24 ore lunedì 13 dicembre. I servizi garantiti

AVM/Actv informa che l’organizzazione sindacale CUB Trasporti ha confermato la proclamazione di sciopero di 24 ore per lunedì 13 dicembre. Lo sciopero potrebbe interessare il personale Actv e AVM dei servizi navigazione, automobilistici, tranviari, People Mover, degli uffici AVM (sosta e ztl...

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...