0.2 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Juventus, crisi? E’ solo un momento, ma l’ambiente deve recuperare la serenità

HomeCalcioJuventus, crisi? E' solo un momento, ma l'ambiente deve recuperare la serenità
la notizia dopo la pubblicità

conte juventus ha perso

Un dato dovrebbe preoccupare la Juventus: dopo aver preso 20 gol il primo anno di Conte, 24 il secondo, in questa stagione sono già 10. Lapalisse direbbe che il problema è la difesa.
La Juventus «ha avuto un momento d’appannaggio», come dice l’a.d. Beppe Marotta. Verosimilmente, è un momento di «appannamento».

Nulla di definitivo, per carità, nessun verdetto dopo otto giornate, ci mancherebbe, però a casa Juve qualcosa è cambiato. Tutti ricorderanno che Antonio Conte prima di confermare il proseguimento della sua fantastica avventura aveva domandato delle garanzie. Agnelli aveva avuto un effetto sedatico con la sua azione diplomatica, ma i rapporti dell’allenatore con la società non sono idilliaci. Nella testa di Coonte continua a riecheggiare un ritornello: quest’anno sarà difficile ripetersi, qualcuno non si rende conto, etc.

Conte non era completamente d’accordo con la campagna acquisti di quest’anno. Giocatori forti sono arrivati, la società ha speso, per carità, ma il fatto che l’acquisto più importante di quest’anno (15 milioni), Ogbonna, ha il domicilio in panca è indicativo.

A tutto questo si è aggiunto un intempestivo ammonimento del presidente Agnelli sul fenomeno Podga: «non potremo trattenerlo». Inevitabilmente l’ambiente si è trovato circondato di gente che gli domandava se avesse già fatto i bagagli.

Se, oltre a tutto questo, si comincia a mettere in discussione una pietra delle fondamente juventine come Buffon, la crisi è certa: ci si aspetta che pari l’imparabile, non che non prenda il parabile.

Da verificare quindi, al più presto, se nello spogliatoio c’è ancora coesione, se tutti seguono tutto quello che dice il mister, se il mister è sereno e può lavorare serenamente, per ricominciare a volare con il rombo dei motori senza facce scure.

Roberto Dal Maschio

[22/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Accattoni e abusivi molesti, ora basta: denuncio chi non fa nulla

Ennesimo caso di accattonaggio molesto accorso tra campo san Cassian e Rialto ad opera di clandestini o rifugiati che vengono lasciati liberi di circolare pur essendo ospitati nelle cooperative e nei centri di accoglienza coi noti sussidi pagati dai contribuenti. E'...

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 15 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente hai già letto nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del...

Plateatici liberi a Venezia, ma mia madre non riesce più a passare. Lettere

Gran parte della città comprende e approva la delibera comunale che recita ”I pubblici esercizi possono occupare suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, con il massimo della semplificazione amministrativa possibile, fino al 31 Luglio”. Ma la...

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...