Jesolo e Bibione, le mareggiate provocano ingenti danni

ultimo aggiornamento: 05/02/2014 ore 11:09

380

spiaggia jesolo mareggiata

Emergenza maltempo e con essa anche allarme spiagge. I violenti nubifragi che hanno caratterizzato il territorio ed anche la costa veneta, hanno portato diversi disagi anche a Bibione, dove la situazione è ora drammatica: 2 milioni di euro stimati dal sindaco e dalla giunta, per poter riparare ai danni causati dalle mareggiate.

Nella zona est del paese, a preoccupare è l’altezza che ha raggiunto il mare, ha infatti oltrepassato il muro che divide la spiaggia da Piazzale Zenith. È infatti lo stato dell’arenile, che preoccupa maggiormente il sindaco, Pasqualino Codognotto.

Domenica infatti, l’arenile è stato completamente invaso dall’acqua, un fenomeno capitato raramente nella cittadina, ma che ha messo in allarme il primo cittadino.

Oltre al mare poi, preoccupano anche gli argini di alcuni canali del Consorzio, che pieni d’acqua non riescono più a reggere alle infiltrazioni e i terreni vicini ad essi, sono sempre più imbevuti.

Lo stesso accade anche a Jesolo, dove nei giorni scorsi l’arenile è stato spazzato via e al suo posto si sono depositati numerosi detriti, trascinati a valle dai fiumi.

Incontratosi con i colleghi sindaci della provincia di Rovigo, Codognotto ha constato che ci sono dei forti problemi per quanto riguarda la sistemazione delle spiagge, ‘’Mancano i finanziamenti ed è su questo che punteremo.’’

Alice Bianco
[05/02/2014]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

Please enter your comment!
Please enter your name here