29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Isola di Poveglia, o si annulla l’asta o prelazione del Comune

HomeLido di VeneziaIsola di Poveglia, o si annulla l'asta o prelazione del Comune

associazione Poveglia per tutti

Il destino di Poveglia si snoda su due opzioni: o asta annullata perché l’offerta non è congrua, oppure prelazione esercitata dal Comune.

In queste ore Comune e Demanio ci stanno riflettendo, studiando ogni piccolo particolare portando a galla il bene comune senza rischiare imprevisti o ricorsi di qualche tipo.

«La questione è delicata – spiega il sottosegretario all’Economia e Finanza, Pierpalo Baretta – perché c’è stata l’aggiudicazione all’asta a un privato per 513 mila euro, ma una soluzione di senso andrà trovata».

Di positivo c’è che gli unici due reali concorrenti per l’isola siano stati dei veneziani, l’imprenditore Brugnaro da un lato e l’associazione Poveglia dall’altro e che entrambe le fazioni abbiano proposto dei progetti di recupero dell’isola.

Intanto l’Agenzia del Demanio ha affidato, anche se in via provvisoria, Poveglia al migliore offerente dell’asta dei giorni scorsi, ma l’affidamento definitivo verrà dato solo al 13 giugno. In questi giorni, quindi, si valuterà con attenzione la congruità dell’offerta.

Un’altra ipotesi, non del tutto utopica, è che dopo il coinvolgimento così sentito da parte dei cittadini il ministero dei Beni culturali possa definire l’isola di interesse pubblico e quindi, in accordo con il ministro dell’Economia, annullare l’asta.

Se questa cosa accadrà, il Comune sa già cosa fare: chiedere il bene e trasferirlo in concessione al comitato. Se non accadrà, invece, il Comune eserciterà il diritto di prelazione, Brugnaro permettendo.

Redazione

[20/05/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Brugnaro pensi a restaurare la Scuola della Misericordia, come aveva promesso 5 anni fa quando l’ha sottratta all’ utilizzo collettivo. Se non si fosse messo in mezzo anche sta’ volta, oltre 4000 cittadini starebbero già raccogliendo i fondi per iniziare a riaprire l’ isola. Se il comune cerca l’ inciucio invece d’ imparare dai propri errori non credo proprio che l’ Associazione Poveglia sarà d’ accordo.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.