Intercettazioni telefoniche: perchè il telefono è controllato. 12mila intercettazioni a Padova

150

telefonate intercettate padova

Non solamente i ministri e i “pezzi grossi” appartenenti alle grandi potenze europee e mondiali, sembra che ad essere intercettati fossero anche numerosi padovani. Sono più di 12 mila quelli ritenuti “spiati” finora.
Dal 2005 ad oggi, per circa 8 anni quindi, sono stati spesi in totale 10 milioni di euro solamente per le intercettazioni telefoniche della città di Padova.

Dai semplici spacciatori o ladruncoli ad importanti imprenditori o funzionari pubblici, “controllare e spiare” le telefonate effettuate e ricevute da questi soggetti, era ed è la base sulla quale le forze dell’ordine e la magistratura fonda le proprie indagini.

L’esempio più recente è rappresentato dall’inchiesta sulle presunte gare d’appalto truccate, che ha portato all’arresto, proprio grazie ad alcune iniziali comunicazioni intercettate, di numerosi imprenditori edili e funzionari pubblici del Comune, della Provincia e dell’Esercito.

Nel 2011 i cellulari spiati erano stati 1,559 (il 44% di quelli “ascoltati” in tutto il Veneto) nel 2009 la crescita è stata esponenziale: 3,099. Tant’è che il Ministero della Giustizia, solamente per le intercettazioni del 2012, ha dovuto spendere più di un milione di euro.

Alice Bianco

[04/11/2013]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Una persona ha commentato

  1. Ben venga se sono le forze dell’ordine ad adottare strumenti per lo spionaggio e ad effettuare intercettazioni telefoniche. Ma a volte queste operazioni sono fatte da malintenzionati con l’unico scopo di sottrarre informazioni arrecando danni a chi viene spiato. E’ difficile proteggere la privacy per chi deve salvaguardare idee, progetti e persone.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here