19.1 C
Venezia
martedì 03 Agosto 2021

Inter, l’azienda che Tohir vorrebbe producesse, ha bisogno di investimenti

HomeCalcioInter, l'azienda che Tohir vorrebbe producesse, ha bisogno di investimenti

moratti tohir inter venduta

L’Inter, in questo momento, è il regno dell’infelicità. Erick Thohir, nuovo presidente, non è contento di questa Inter. Gli interisti non sono contenti né di questa Inter, né di Thohir. Non potrebbe andare peggio.

Massimo Moratti è arrivato nel febbraio 1995, e tutti hanno cominciato a respirare aria nuova. Così, per istinto. Era l’alba di un presidente che ha dato anima e corpo alla società.

L’Inter vive l’era della grande depressione nella quale Walter Mazzarri non ha nessuna colpa, ma si sente lo stesso un po’ abbandonato. L’Inter doveva essere l’ulteriore salto in avanti, la grande squadra, dopo una carriera iniziata ad Acireale in C2 nel 2001 e costruita passo dopo passo, risultato dopo risultato. Invece si trova ora in una specie di limbo, con una squadra ereditata, alla quale non può mettere mano e della quale non sa con chi parlare.

Massimo Moratti ha mollato, sfortunatamente per Walter proprio ora, dopo anni passati a logorarsi il fisico e il portafoglio. La nuova proprietà guarda solo alle esigenze di bilancio. Il destino, tra rigori non dati eccetera, si è posto alla rovescia.

La partita di Udine ha dato qualche indicazione (o conferma?): Kovacic non riesce a esplodere, Guarin ha una luce che si accende dieci minuti a partita, Alvarez giocava meglio tre mesi fa, Palacio non ha ancora ritrovato la condizione prenatalizia.
Se aggiungiamo poi che il miglior acquisto dell’estate, Mauro Icardi, uno che avrebbe potuto fare la differenza, è ancora bloccato dalla pubalgia e non sembra smaniare per rientrare, le cose non vanno bene.

Thohir non butterà soldi per comprare campioni, com’è nella regola dei nuovi presidenti che si presentano al club, questo ormai è chiaro. Il suo miglior acquisto, costato 75 milioni, è stato assumere la presidenza del club, il 15 novembre, coprendo il rosso di bilancio. Ed ora potrebbe coltivare l’idea che anche questa è un’azienda, e come tale deve prevedere profitto e fare investimenti investendo i ricavi.
Un dettaglio: se il prodotto dell’azienda è scarso, perchè ha bisogno di ammodernamenti, non vende e l’azienda non fa profitto.

Roberto Del Maschio

[11/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.