27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Incubo piromane dei cassonetti a Sottomarina. Di nuovo

HomeLido di VeneziaIncubo piromane dei cassonetti a Sottomarina. Di nuovo

Incubo piromane dei cassonetti a Sottomarina

Incubo piromane dei cassonetti a Sottomarina.
Ieri mattina verso le 5 del mattino i vigili del fuoco sono intervenuti in via Vespucci per un incendio che era divampato nel primo cassonetto.
I pompieri sul posto arrivano subito sul posto e spengono le fiamme in breve tempo.
Ma non c’è neanche il tempo di rientrare che dopo pochi minuti un nuovo incendio viene segnalato in via Marco Polo, poco distante dal primo.
Anche qui i vigili del fuoco hanno ragione del rogo in poco tempo, ma il contenitore dei rifiuti era andato completamente distrutto.
E’ ora incubo piromane dei cassonetti a Sottomarina. E’ infatti escluso che i due eventi possano avere una causa accidentale a così poca distanza.
Il quadro ipotetico parla di una possibile persona disturbata che cerca di affermare il suo dominio con la capacità di distruggere con le fiamme se lo vuole.
La vicenda non è nuova a Sottomarina. La gente ricorda ancora gli episodi avvenuti tra il 2007 e il 2008, quando R.B. era stato arrestato con l’accusa di aver dato fuoco a cassonetti e campane per i rifiuti e, forse, anche a tendoni e arredi in plastica di un paio di bar.
Successivamente era stata la volta di due ragazzi poco più che ventenni, ma le loro bravate erano state fatte cessare dalla polizia in un paio di mesi.

Paolo Pradolin

[28/07/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.