20.1 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Incastrata da un investigatore privato, commessa del supermercato faceva la spesa gratis

HomeCronacaIncastrata da un investigatore privato, commessa del supermercato faceva la spesa gratis

supermercato punta marina terme ingresso pubblica strada

Incastrata da un investigatore privato e dalle telecamere, si è scoperto che era la commessa del supermercato che faceva la spesa gratis.
I fatti sono accaduti nel supermercato di Punta Marina Terme, sul litorale ravennate, dove la donna lavorava.

I carabinieri l’hanno bloccata quando, a fine turno, stava caricando borse piene di merce sulla sua auto. Alla commessa i militari sono arrivati su richiesta del supermercato che, dopo avere lamentato per diversi giorni ammanchi di merce, aveva incaricato un investigatore privato, il quale aveva piazzato delle telecamere per individuare il responsabile.

La commessa dal supermercato aveva rubato quanto le poteva servire in casa. Ha spiegato di averlo fatto perché afflitta dalla crisi economica e con la necessità di pagare mutui e di aiutare l’anziana madre, titolare di una pensione di appena 680 euro a fronte di un affitto di 450.

La donna davanti al giudice e al Pm di turno, ha ripercorso lo stato di crisi che a suo dire l’ha indotta a rubare dal suo stesso supermercato e ha detto di essere dispiaciuta soprattutto per aver tradito la fiducia del datore di lavoro. Quindi ha patteggiato 4 mesi di carcere e 200 euro di multa, pena sospesa, ed è tornata libera.

Redazione

[09/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.