7 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Il poliziotto che calpesta la ragazza a terra, il video del gesto

HomeCronacaIl poliziotto che calpesta la ragazza a terra, il video del gesto
la notizia dopo la pubblicità

poliziotto calpesta ragazza

Il capo della polizia Alessandro Pansa lo definisce «un cretino da identificare». Qualche ora dopo la questura di Roma ha confermato che l’agente si è presentato spontaneamente ammettendo «sono io il poliziotto delle immagini».

L’agente non fa parte dei Reparti Mobili, infatti in piazza è andato in borghese, sia pure con il casco in testa e il manganello in mano.

È il poliziotto che calpesta la ragazza nei fotogrammi diventati ormai famosi, ripresi dalle telecamere della trasmissione «Servizio Pubblico» sabato pomeriggio, durante il corteo organizzato a Roma dal Movimento per il diritto alla casa.

Il poliziotto calpesta una ragazza caduta e distesa immobile a terra dopo la «carica» delle forze dell’ordine in via del Tritone, mentre un altro agente con il piede tiene bloccato la gamba del suo ragazzo, la qual cosa potrebbe anche evidenziare che si tratta di una procedura comune per immobilizzare eventuali facinorosi.

Invece, come si vede nel video, la ragazza era già distesa e ferma, e l’agente che gli sale sopra con un piede e con tutto il suo peso lo fa con lucido cinismo, perchè probabilmente sa che salire così in quel punto vuol dire rompere almeno una costola.
Infatti è evidente che dopo essere calpestata la ragazza si contorce per dolori incredibili, così come è evidente che l’atto dell’agente è immotivato non potendoci essere possibilità di reazione da sopprimere.

Il video che vi riproponiamo qui sotto per valutazione lo conferma, provocando tutto il fastidio che provoca il gesto nella sua visione.
Il poliziotto sale sulla ragazza calpestandola deliberatamente e senza motivo.

Il comportamento violento di un agente non inficia il lavoro onesto di centinaia di poliziotti che con coscienza lavorano rischiando la vita per pochi euro, ma chi crede nelle leggi pensa che i violenti debbano essere puniti. Sempre.

Il video dei fatti tratti dal servizio andato in onda nei tg qui sotto.

Redazione

[15/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Venditori abusivi e forze di polizia, il dibattito dei nostri lettori

Questo articolo qui sotto ha avuto la capacità di aprire un acceso dibattito tra alcuni nostri lettori in merito alla questione dei venditori ambulanti abusivi a Venezia. Tutte le posizioni sono rispettabili e dettate da valutazioni personali di logica e di coscienza...

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.
spot

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Tornelli a Venezia nel 2022 perché quest’anno è invasione di turisti

Venezia quest'anno sta subendo una vera e propria invasione di turisti, tornati in massa come e più del 2019, per questo dal 2022 arriveranno i "tornelli". La misura è stata annunciata dal sindaco, assieme alla prenotazione e ad una 'app'....
Advertisements

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

Mestrino condannato per violenze sessuali alla bimba di 6 anni

Venezia. Un abominevole abuso ai danni di una bambina di sei anni. Le parole, la sentenza e le pene adeguate all’orrore di questo abominevole abuso, le assegnerà la Giustizia a colui che si stenta a chiamare uomo, colui che ha commesso reati...

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...