2.8 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

‘Il Pianeta senza baci (e senza bici)’ di Andrea Bouchard

HomeArte e Cultura'Il Pianeta senza baci (e senza bici)' di Andrea Bouchard
la notizia dopo la pubblicità

libri il pianeta senza baci

Dopo “Acqua Dolce” (Premio Biblioteche di Roma 2010), e “Magica Amicizia” (finalista del Premio Bancarellino 2012) ritorna nelle librerie Andrea Bouchard e il suo “Il pianeta senza baci (e senza bici)” (Salani Editore).

Maestro elementare, ma ancor prima cameriere, baby-sitter, clown, trampoliere, musicista di strada e tanto altro, Bouchard è prima di tutto un amante dei bambini, che come dice nel suo blog (http://www.acquadolcedolce.info/) gli mettono tanta allegria e sentendosi un po’ come loro, fin dall’infanzia ama inventarsi storie e volare nelle fantasia.

Il protagonista del libro, Mattia, un ragazzino di 11 anni che vive sulla Terra, ma da sempre sogna di incontrare gli extraterrestri, un po’ gli assomiglia. Guidato da un gatto celeste, il ragazzino si ritrova nel Pianeta Blu; inizialmente felice di vivere lì, andando in moto e viaggiando con l’elicasco, scopre pian piano che in quel luogo lontano dagli affetti terrestri non è poi così facile vivere: è proibito correre, piangere, ridere e dare baci. Mangiare è considerato maleducato e la cacca fuori moda.

Scritto appositamente per i bambini, Il pianeta senza baci (e senza bici), riesce a coinvolgere anche il lettore adulto. Il magico Pianeta Blu, moderno e tecnologico, quello che tutti sogniamo, sembra però non rendere felici i suoi abitanti, adulti e bambini, conducono infatti, una vita minata dalle mille proibizioni. Il divertimento e l’assaporare la vera gioia di vivere sono un’utopia ed è proprio questo mondo fantastico che verrà scosso solo con l’aiuto dalla popolazione dei piccoli.

La semplicità e il modo di vedere il mondo, direttamente dagli occhi dei bambini, su questo sembra essersi concentrato Bouchard. Sono loro il futuro ed è solamente riscoprendo il valore importante delle piccole cose (una carezza o una bacio fra mamma e figlio o fra genitori) e l’amore per la natura (giocare a pallone al parco o accarezzare un gatto) che tutti insieme potranno costruire un mondo migliore, così come incrementare lo stile di vita del Pianeta Blu.

Con un linguaggio chiaro e pulito e una scrittura fluida e divertente, rivolgendosi ai bambini, l’autore riesce lo stesso a far riflettere anche gli adulti. L’alienazione, il disagio, il progresso, il razzismo, il tran tran quotidiano e stressante e una vita troppo sedentaria, questi sono infatti i temi che affiorano tra le righe e che toccano maggiormente i grandi. Essenziale ma profondo, fanciullesco ma in grado di far riflettere tutti, Il pianeta senza baci (e senza bici) è la prova di come i bambini siano ancora capaci di apprezzare le piccole cose e riescano a mostrarle agli adulti, lì dove ora fanno più fatica a vederle.

Alice Bianco

[07/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Venezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l’animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Il video riporta una scena che si è svolta questa notte a Venezia, nello spiazzo dietro Rialto, di fronte al Fontego. Due ragazze, pare inglesi, sono al culmine di una bella serata, a quanto pare anche ben "allegre". Improvvisamente nasce una discordia....

Nata Cassa Mutuo Soccorso per sostenere operatori sanitari che resistono al vaccino

Riceviamo e pubblichiamo. E' NATA LA CASSA DI MUTUO SOCCORSO , per sostenere ECONOMICAMENTE UN OPERATORE SANITARIO IN LOTTA CONTRO UN SOPRUSO, la sperimentazione vaccinale del decreto legge 44 art 4, che impone un vaccino che vaccino fino al 2023...

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Jesolo: cani in spiaggia, perché in pochi rispettano le regole? Perché nessuno le fa rispettare?

Come ogni anno, decido di trascorrere qualche giorno di vacanza a Jesolo con la mia compagna e il nostro bimbo di un anno e mezzo. Dato che non abbiamo esigenze particolari, andiamo in spiaggia libera, in modo da avere più spazio...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Marinaio ‘sprezzante’, alterco in motoscafo Actv

E' ormai un quarto alle 8 e alla fermata di San Pietro di Castello non si vede ancora all'orizzonte il motoscafo Actv con direzione Fondamente Nove, quello che porta i dipendenti dell'Ospedale Civile a lavorare (7,39 sul tabellone). "Passano altri cinque, dieci,...

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 15 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente hai già letto nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del...