18.2 C
Venezia
martedì 03 Agosto 2021

Il lavoro e i giovani in Veneto: il 13, 7% ha una laurea, il 42% lavora e il 17% non studia e non lavora

HomesocietàIl lavoro e i giovani in Veneto: il 13, 7% ha una laurea, il 42% lavora e il 17% non studia e non lavora

insegnante scuola alunni studenti

Periodo di crisi e disoccupazione e la Regione Veneto, in particolare la Sezione Sistema Statistico, tira le somme (calcolate in dati statistici), sulla preparazione scolastica e sulla situazione lavorativa dei giovani veneti.

Secondo i recenti dati OCSE PISA, il Veneto presenta i risultati migliori nella classifica nazionale, per quanto riguarda la preparazione scolastica: letteratura, matematica e scienze, le materie in cui eccellono; buona anche la media degli stranieri di seconda generazione.

Solo il 13,7% della popolazione veneta tra i 25 e i 64 anni è però in possesso di una laurea e per ciò che concerne la situazione post diploma o titolo universitario, l’indagine ha rilevato che: il 42% dei giovani veneti in età 15-29 anni lavora, il 41% sta studiando o segue un corso di formazione, mentre il 17% non lavora, non studia e non si forma, quota maggiore rispetto agli anni precedenti, ma tra le più basse d’Italia (13% di questi ultimi, sono ragazzi italiani).

Buono invece l’aspetto del passaggio da scuola al mondo del lavoro: i diplomati che trovano un lavoro continuativo entro un anno dalla maturità sono il 74%, contro il 68,6% italiano e la quota di laureati in corsi triennali che lavorano a tre anni dalla laurea è il 76% contro il 69% nazionale.

Il tasso di disoccupazione circoscritto al Veneto, risulta essere di 23,7% e in aumento, alto, ma rispetto alla media nazionale, minore. I settori che presentano più contratti a tempo indeterminato sono l’alberghiero, la ristorazione (29%) e nell’industria.

L’Assessorato all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione, ha inoltre deciso proprio in favore degli studenti iscritti al 3° e 4° anno delle scuole secondarie di II° grado e degli studenti del 3° ed ultimo anno dei percorsi di IeFP (Istruzione e Formazione Professionale), ha deciso di lanciare un progetto (‘’Move for the Future’’) con lo scopo di far apprendere agli studenti delle lingue straniere e direttamente all’estero.

Alice Bianco

[05/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.