7 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Il funerale di Priebke: disordini, malori, interventi della polizia

HomeCronacaIl funerale di Priebke: disordini, malori, interventi della polizia
la notizia dopo la pubblicità

funerale priebke

Priebke continua a dividere e provocare reazioni, anche dopo la sua dipartita. Ieri si sono registrati disordini davanti alla chiesa lefebvriana tra manifestanti ed estremisti di destra. La polizia è stata costretta ad intervenire con lancio di fumogeni.

La tensione era già alta all’arrivo del feretro davanti alla chiesa lefebvriana, un gruppo di persone lo attendeva al grido di “assassini”. Le esequie dell’ex capitano nazista Erich Priebke, tra i responsabili dell’eccidio delle Fosse Ardeatine dove morirono 335 italiani erano state organizzate ad Albano Laziale, dopo il via libera del prefetto di Roma.
Contro il funerale si era espresso il sindaco e svariati gruppi e comitati tra cui il Vicariato.

Il rito funebre si doveva tenere in forma privata nell’Istituto San Pio X ad Albano Laziale, che appartiene ai Lefebvriani, i padri ultraconservatori, nonostante il ‘no’ del sindaco che dichiarava: “stiamo valutando come non far svolgere i funerali di Priebke qui nel nostro comune. È una ferita lacerante. Sicuramente non consentiremo la tumulazione”.
Dal Policlinico Gemelli di Roma invece parte, scortato da sei auto, il carro funebre con la salma di Priebke.

Il sindaco di Albano firma allora un’ordinanza per impedire il passaggio della salma di Priebke, nel frattempo si registrano i primi tumulti davanti alla Chiesa di San Pio V. Gli animi si scalderanno ancora di più quando il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro revoca l’ordinanza del sindaco.

A quel punto, sono circa le 17, un prete lefebvriano viene assalito mentre accede alla Chiesa. Tra urla e spintoni deve essere scortato dalle forze dell’ordine.
Arriva il carro funebre con la salma di Priebke e anche il corteo viene preso a calci e pugni dai manifestanti. Interviene nuovamente la polizia e la bara entra in chiesa mentre tutti urlano “assassini” e “boia”.

Inizia la cerimonia funebre a porte chiuse e riservata ad amici e parenti, ma poco dopo viene sospesa dal sacerdote perchè le forze dell’ordine, per ordine del Prefetto, proibisce l’ingresso nella Cappella ad un gruppo di appartenenti all’estrema destra.
Da quanto trapelato pare che la cerimonia all’interno venga sospesa, il sacerdote celebrante si sarebbe tolto i paramenti e avrebbe lasciato il luogo della cerimonia.

Alla sera arriva la notizia che la salma di Priebke sarebbe rimasta per la notte ad Albano Laziale. Non sarebbe quindi avvenuta la cremazione la sera del 15 ottobre nel Cimitero di Prima Porta a Roma come programmato.

Nel frattempo il clima di scontro e lanci di bottiglie tra due gruppi di manifestanti sotto l’Istituto San Pio X ad Albano laziale continuano. La polizia in tenuta anti sommossa, anche attraverso lanci di lacrimogeni, riesce a riportare la situazione alla calma.

Paolo Pradolin

[16/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

Le sirene esistono? Ecco un video reale di pescatori per farvi riflettere e decidere (video non manipolato)

Le sirene sono personaggi leggendari che hanno sempre accompagnato la mitologia di tutte le culture. In tempi moderni la questione si è ulteriormente arricchita grazie all'avvento di telecamere più economiche, così sono cominciati a circolare sedicenti video che le riprendevano. Le sirene...

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...
spot

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...
Advertisements

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...