3.2 C
Venezia
lunedì 06 Dicembre 2021

Il Comune dice si a Veniceland, finalmente Venezia diventa parco divertimenti

HomeNotizie Venezia e MestreIl Comune dice si a Veniceland, finalmente Venezia diventa parco divertimenti
la notizia dopo la pubblicità

veniceland parco divertimenti venezia

Venezia città-museo e fra un po’ probabilmente anche parco divertimenti. É stato presentato oggi a Ca’ Foscari, il progetto San Biagio, il piano di riutilizzazione di un’isola attualmente abbandonata, una volta inceneritore dei rifiuti di Sacca Fisola (fino al 1984), che in futuro potrebbe diventare un “parco tematico” dedicato a Venezia.

“Veniceland”, così denominato, non sorgerà quindi in centro storico, ma andrà ad occupare l’area di 40 mila metri quadrati di superficie, terreno del Demanio, di fronte a San Basilio: la Sacca San Biagio.

A metà fra una cittadella della scienza e un parco stile Gardaland, “Veniceland”, sarà composto da: un museo virtuale sulla storia di Venezia (tradizione, cultura ed avvenimenti storici) con maxischermi 3d e un parco aperto a tutti con giostre a pagamento.

Cervello dell’iniziativa l’azienda Antonio Zamperla Spa di Altavilla Vicentina, una multinazionale che realizza giostre, montagne russe, trenini e parchi giochi in tutto il mondo. Collaborando con Ca’ Foscari, la società vicentina ha ottenuto in concessione dal Demanio l’isola veneziana per quattro anni.

L’investimento previsto è di 80 milioni di euro per un progetto che durerebbe 2 anni, sempre che si riesca a bonificare e ad ottenere i permessi in tempo. Con la costruzione del parco divertimenti si potrebbe così dare lavoro anche a 500 persone in più, tra cui molti studenti dell’ateneo.

Alice Bianco

[30/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

5 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Abitando a due passi dal luogo dove dovrebbe nascere questo
    parco divertimenti con tutta franchezza dico ok al progetto.
    Sicuramente l’isola di Sacca Fisola ritornerà a vivere, opportunità di lavoro per molte persone e anche di divertimento per i più giovani che avranno la fortuna di vivere in questa meravigliosa citta’
    dal nome unico :Venezia!

  2. Spero vivamente che questo progetto vada a buon fine e che la nostra bella italia non si fermi di fronte al conservatorismo che purtroppo ci appartiene. E’ una bella iniziativa che darà spazio alla cultura, all’educazione e allo svago. L’investimento è privato e permette di portare in vita un’area che non viene utilizzata. Azienda italiana che aiuta l’italia; certo, l’azienda farà anche i suoi interessi ma è ovvio che sia così, visto il capitale investito.
    E questo progetto porterà beneficio a tutti.

  3. è un parco divertimenti, ci saranno giostre e montagne russe. poi vi sarà anche qualche percorso a tema culturale su venezia

  4. Leggendo bene le fonti in merito si capisce che non si tratta di un parco divertimenti, né di un parco giochi, ma di un polo didattico culturale che tramite intrattenimento educativo (edutainment) mira a far conoscere tradizioni, cultura e storia veneziana.

  5. Detta così sembrerebbe una carnevalata.
    A me, che faccio l’insegnante elementare, l’idea non dispiace e porterei subito i miei alunni. Divertendosi si impara, e imparando si fa cultura.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

Dove si buttano le batterie a Venezia? E un cellulare? Ecco luoghi e orari: è una “ecomobile”

Forse non tutti sanno che a Venezia esiste un' "Ecomobile" acquea itinerante, che raccoglie alcune tipologie di rifiuti urbani pericolosi. Utile, pertanto, ricordarne orari e luoghi, anche perché con l’ora solare, da martedì 9 novembre, sono cambiati gli orari. E’ stata inoltre istituita...

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.