18.1 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Il Comune di Venezia approva il testamento biologico

HomeMestre e terrafermaIl Comune di Venezia approva il testamento biologico

medici ospedale in corsia

Venezia e Mestre dicono sì al testamento biologico. Ieri il Comune, in accordo con il Consiglio Notarile veneziano, ha così firmato una convenzione per attivare il ‘’Registro delle dichiarazioni anticipate di trattamento’’.

Tutti i cittadini della città storica e della terraferma, prima di morire, potranno perciò esprimere la loro volontà in merito alle cure sanitarie, nel caso in cui, ritrovandosi in stato assente e perdendo la coscienza e la facoltà di intendere e volere, siano loro stessi a decidere, secondo quanto stabilito in precedenza, come affrontare la situazione.

Da marzo e per una volta al mese, all’Urp (Ufficio Relazioni con il Pubblico) di Mestre e a quello di Venezia, vi sarà un notaio per registrare e dare tutte le informazioni del caso, per chi volesse accingersi ad iscriversi al Registro.

Sono una decina, i notai che si metteranno a disposizione della gente e previo appuntamento, aiuteranno tutti, anche chi a Mestre o Venezia ha solo il domicilio. Costo totale per l’accesso, 16 euro, quelli da spendere per la marca da bollo e nulla di più.

Il direttore generale del Comune, Luigi Bassetto ha spiegato che ‘’pur in mancanza di una legge nazionale, il Comune ha deciso di attivarsi per assicurare il diritto di scelta ai propri cittadini’’. Molte erano state le firme raccolte anche negli anni scorsi e gli abitanti, possono ora ritenersi soddisfatti.

Sebastiano Bonzio, consigliere della Federazione della Sinistra, primo firmatario di questa proposta, si ritiene contento, considerando questo nuovo servizio ‘’un’enorme vittoria nei diritti civili della comunità.’’

Alice Bianco

[06/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.