24.9 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

I vigili annullavano le multe per non riscuoterle: troppa fatica

HomeCronacaI vigili annullavano le multe per non riscuoterle: troppa fatica

vigili pattuglia polizia stradale

L’autovelox fotografava le auto che sfrecciavano in autostrada oltre i limiti consentiti, gli automobilisti parcheggiavano ovunque, ma le multe non arrivavano mai.
Gli agenti, anziché procedere con identificazione del proprietario e notifica della contravvenzione, optavano per un lavoro meno impegnativo: facevano «sparire» le multe.
Non era questione di tornaconto economico, ma soltanto perché non avevano voglia di lavorare.

Quasi duemila le contravvenzioni cancellate, per un danno alle casse dello Stato di oltre trecentomila euro. Senza contare le decine di contravvenzioni prese dagli agenti per eccesso di velocità, semafori rossi o sosta vietata (tutte eliminate illegalmente) e le auto di servizio con tanto di «autista» usate per faccende private.

Parla di «un intero ufficio pubblico letteralmente deviato» e di «sistematica violazione dei doveri pubblici» l’inchiesta della Procura di Como che ha portato ieri all’arresto del comandante della Polizia stradale del capoluogo lariano, del vice e di altri tre agenti. Ma complessivamente sono ventisei le persone indagate a vario titolo per falso, abuso d’ufficio, calunnia e peculato, tra le quali un funzionario della questura e il capo ufficio verbali della polizia locale.

Redazione

[26/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.