5.9 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

I poliziotti senza nemmeno caschi idonei per il servizio di ordine pubblico

HomeLettereI poliziotti senza nemmeno caschi idonei per il servizio di ordine pubblico
la notizia dopo la pubblicità

Senza voler entrare nel merito delle affermazioni del Capo della Polizia Pansa, che ha definito “cretino” il poliziotto che ha calpestato la ragazza a terra, perchè ci sono bastate le dichiarazioni del Prefetto di Roma dott. Pecoraro che ha elogiato le forze dell’ordine, noi qui a Venezia vorremmo far arrivare la nostra voce proprio al Capo affinché si renda conto come sono costretti a lavorare i poliziotti (cretini?) nella provincia di Venezia.

Caschi da ordine pubblico, vecchi, sporchi, usurati e non più idonei per i servizi da OP.

Mentre lui si prende il lusso di dare del cretino ad un poliziotto, secondo noi qualche termine diverso poteva essere usato da un Capo, i poliziotti a Venezia, Mestre e Chioggia e non solo, sono costretti a lavorare in condizioni di emergenza, indossando caschi non più rispondenti alle loro funzioni di protezione. Oltre alla sporcizia interna, alla mancanza dell’imbottitura, alla mancanza dell’etichetta con la misura ecc, gli stessi, quando i colleghi si trovano a correre, ballano in testa oscurando anche la visuale dell’agente che lo indossa.

Ma questo sembra non interessare nulla ai nostri vertici, sempre pronti a denigrare, anche con offese gratuite il proprio personale. Per questo come UGL Polizia di Stato di Venezia, denunciamo per l’ennesima volta come siano obbligati a lavorare i poliziotti durante i delicati servizi da OP, precisamente riferendosi al materiale da ordine pubblico inadeguato, auspicando nel contempo che si apra quanto prima una vera e propria discussione sulle “regole di ingaggio e su nuove norme che regolamentino il diritto costituzionale di manifestare”, oltre alle difficoltà vissute dagli operatori di fronte alle vili aggressioni con bombe carta e sassate.

In allegato foto che descrivono lo stato in cui versano i caschi in uso al Commissariato di Chioggia, alla questura di Venezia e alla Polfer di Mestre.

Mauro Armelao
Segretario Generale Provinciale
UGL Polizia di Stato di Venezia

[18/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

“Si parla tanto di spopolamento di Venezia, ma la città perde meno abitanti di prima”. Lettere

In riposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei 'venezianassi' ". Vedo, purtroppo, che ancora una volta si punta il dito contro questo mostro delle locazioni turistiche senza mai vedere tutto l’insieme. Chiedo al prof. Mozzatto che faccia meglio i compiti prima...

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Accattoni e abusivi molesti, ora basta: denuncio chi non fa nulla

Ennesimo caso di accattonaggio molesto accorso tra campo san Cassian e Rialto ad opera di clandestini o rifugiati che vengono lasciati liberi di circolare pur essendo ospitati nelle cooperative e nei centri di accoglienza coi noti sussidi pagati dai contribuenti. E'...

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare. La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare...

“Mi sono trovata visitatori alle spalle in casa mia! Io grido e loro: ‘Ma non è tutto Biennale?’ “

L'articolo che avete pubblicato ieri sui turisti per la Biennale alla Celestia contiene un grande fondo di verità. Dopo averlo letto mi sono decisa a scrivervi per raccontarvi un fatto che mi è appena accaduto. Abito in una laterale di via Garibaldi,...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...