24.9 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Grandi Navi, Orsoni ricorre al Tar e attacca la Capitaneria di Porto

HomeNotizie Venezia e MestreGrandi Navi, Orsoni ricorre al Tar e attacca la Capitaneria di Porto

grandi navi venezia canale giudecca

Il sindaco Giorgio Orsoni porta la Capitaneria di Porto davanti al Tribunale Amministrativo Regionale (Tar).

Su proposta del primo cittadino veneziano, la giunta comunale ha infatti deliberato ieri, l’avvio del ricorso contro l’ordinanza della Capitaneria di Porto riguardo alla disciplina del traffico crocieristico in laguna e contro il decreto che individua lo scavo del canale Sant’Angelo-Contorta come l’unica soluzione possibile al passaggio delle Grandi Navi lungo il Canale della Giudecca.

Per quanto concerne l’ordinanza sulla disciplina del traffico crocieristico, la contestazione è legittimata dal fatto che, durante l’incontro con il Presidente del Consiglio il 5 novembre scorso, è stato constatato un numero minore di passaggi dei colossi del mare in Porto, mentre il decreto è stato impugnato perché il Comune di Venezia ha sempre voluto che si valutassero e comparassero bene tutte le alternative possibili.

Il sindaco contesta alla Capitaneria di Porto di non aver quindi rispetto quanto deciso a Roma il 5 novembre, come per esempio il decretare che lo scavo del Sant’Angelo-Contorta sia l’unica scelta attuabile, a Palazzo Chigi infatti, ”si era stabilito che tutte le ipotesi dovessero avere pari dignità e dovessero essere vagliate e verificate tutte con eguale attenzione” così ha affermato Orsoni.

Alice Bianco
[01/02/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.