Grandi Navi a Venezia, Orsoni : «Do tre giorni al governo, poi intervengo io»

ultima modifica: 11/04/2014 ore 10:26

114

stop grandi navi venezia

‘’La situazione non può continuare in questo modo’’, a dirlo è il sindaco di Venezia, stanco delle continue promesse da parte del Governo e dei ministri sul problema Grandi Navi, ‘’aspetto tre giorni poi se il governo non interviene, qualcosa dovrò fare’’ . Attendendo di sapere qualcosa in più entrò la fine della settimana, il Comune intanto, ha illustrato un piano per portare le crociere a Marghera.

Secondo il decreto legge 92 del 23 maggio 2008 riguardante le ‘’Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica’’, è stabilito che in caso di emergenze riguardanti ‘’l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana’’ il sindaco ha il potere di ‘’adottare provvedimenti, anche contingibili e urgenti al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli’’.

Giorgio Orsoni potrebbe così passare sopra ad Autorità Portuale e Capitaneria di Porto e, con una richiesta d’intervento, obbligare gli organi competenti a prendere una rapida decisione.

Il primo cittadino ha allora riproposto il progetto che concerne Porto Marghera, ‘’realizzabile in pochi mesi come attracco provvisorio’’. In un incontro del Pd tenutosi a Canneregio martedì, anche l’amministrazione ha appoggiato l’idea di portare le crociere a Porto Marghera.

Secondo il Comune, questa possibilità ridurrebbe del 32% il traffico in Bacino entro 6 mesi. Le navi entrerebbero dalla bocca di porto di Malamocco, percorrerebbero il Canale dei Petroli per poi arrivare a Porto Marghera, realizzando un bacino d’evoluzione per far entrare ed uscire le navi.

Durante la riunione di martedì, l’ex assessore all’Urbanistica, Roberto D’Agostino, ha inoltre sottolineato l’importanza di un vero e proprio terminal passeggeri a Marghera, con la realizzazione di banchine adatte ad ospitare le Grandi Navi.

Domani intanto, Orsoni potrebbe decidere di emanare un’ordinanza coercitiva, affinché venga vietato il transito dei colossi del mare, in base ai poteri conferiti al sindaco in materia di ‘’incolumità pubblica e sicurezza urbana’’.

Redazione

[10/04/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here