Grandi Navi via da Venezia, Galletti, neo Ministro dell’Ambiente: ‘Stiamo facendo il possibile’

ultima modifica: 08/04/2014 ore 14:32

83

grandi navi a venezia

Arrivato ieri in laguna per la domenica ecologica, il neo Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti è stato accolto, oltre che dal sindaco Orsoni, dal prefetto Domenico Cuttaia e da altre autorità, da alcuni appartenenti al ‘’Comitato No Grandi Navi’’, ancor più sul piede di guerra dopo l’incidente avvenuto al Porto, sabato scorso, quando la Msc Preziosa ha urtato un ‘finger’.

Il neo ministro ha garantito che si sta facendo il possibile per portare i colossi del mare fuori dal bacino di San Marco e ‘’tutelare l’economia cittadina’’. Questo quello che ha garantito ai rappresentanti del Comitato.

Promessa che ha poi continuato a ribadire al Porto, durante un colloquio con i lavoratori portuali: ‘’Serve una risposta non solo rapida, ma rispettosa degli aspetti economico-occupazionali’’.

Terminato il colloquio privato con Giorgio Orsoni, ha poi fato sapere come i deu abbiano parlato della riconversione di Porto Marghera in banchina di attracco per le Grandi Navi e del neonato sviluppo industriale, che ha trasformato gli stabilimenti in fabbriche bio, ‘’green economy’’ che è stata molto apprezzata dal ministro.

Galletti ha infine speso alcune parole complimentandosi proprio per l’economia verde, affermando: ‘’Venezia ha le carte in regola per diventare la città ambientalista per eccellenza: per la sua bellezza e particolarità, fa sempre notizia, e l’opportunità va sfruttata anche in questo campo. Considero anche positivi i segnali forti che arrivano dal Comune e dalle categorie economiche per la promozione e sviluppo di una nautica lagunare all’insegna dei motori ibridi o elettrici’’.

Redazione

[07/04/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here