8.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

Giuseppe Rossi è furioso, Prandelli lo lascia fuori dalla Nazionale

HomeCalcioGiuseppe Rossi è furioso, Prandelli lo lascia fuori dalla Nazionale
la notizia dopo la pubblicità

Giuseppe Rossi furioso Prandelli lo lascia fuori

Non ha digerito l’esclusione dalla Nazionale che andrà al Mondiale in Brasile, Prandelli lo ha lasciato fuori: Rossi è furioso.
Giuseppe Rossi il giorno dopo lancia tre tweet, uno dietro l’altro prima di volare negli Stati Uniti dalla fidanzata Jenna.

Pepito, nonstante sia conosciuto come persona calma e riflessiva, stavolta ha perso la tramontana: «Tutti dicono che sono fuori forma. Chiedete a chiunque i valori dei test e della partita. Vi stupirete». E poi, ancora più duro: «Contrasti? Paura? Che ridere…». Anche gelida ironia: «Arrivo con il pensiero prima del difensore. La prossima volta, da dilettante, aspetterò per prendere calci…».

Comprensibile l’amarezza di un ragazzo che negli ultimi cento giorni ha inseguito il Mondiale con ostinazione, passione, ottimismo, ma soprattutto inquietanti le accuse a Prandelli e al suo staff se sono vere. Davvero i suoi test erano ottimi? Non sono in pochi in Italia a pensare, infatti, che Pepito meritasse la maglia azzurra in Brasile.

Prandelli prima dell’Irlanda aveva deciso di inserirlo nell’elenco dei ventitré. Invece, proprio l’ultimo esame, quello della promozione definitiva, lo ha convinto che sarebbe stato troppo rischioso e che i sentimenti non potevano prevalere sulla ragione. Con il cuore avrebbe voluto con sé il giocatore di maggior talento del gruppo, con la ragione ha scelto la vivacità di Lorenzo Insigne. Rossi non aveva la condizione per andare al Mondiale. Un problema di testa, più che di gambe, pensa il ct. facendo sprofondare nell’amarezza l’attaccante.

Grande amarezza che nessuno è riuscito a far passare a Rossi, né i compagni azzurri, a cominciare da Balotelli e Cassano, né quelli della Fiorentina, che lo hanno sommerso d’affetto anche se da lontano.
Rossi è subito scappato via. Una notte insonne nella sua casa in centro e poi l’aereo. Via da Coverciano, via da Firenze, via dall’Italia. Rossi è già a New York.

Roberto Dal Maschio

[03/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

Nata Cassa Mutuo Soccorso per sostenere operatori sanitari che resistono al vaccino

Riceviamo e pubblichiamo. E' NATA LA CASSA DI MUTUO SOCCORSO , per sostenere ECONOMICAMENTE UN OPERATORE SANITARIO IN LOTTA CONTRO UN SOPRUSO, la sperimentazione vaccinale del decreto legge 44 art 4, che impone un vaccino che vaccino fino al 2023...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Malore fatale in bicicletta a Lido e due giovani picchiano vigile perché non possono passare

Mentre avveniva la tragedia, negli stessi istanti in cui perdeva la vita il 65enne lidense, una coppia picchiava selvaggiamente un agente della Polizia locale del Lido, solo perché non permetteva loro di passare essendo la strada bloccata.

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...