5.9 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Gianni Novak, “Omaggio a Gianni Novak” all’Officina delle Zattere

HomeUncategorizedGianni Novak, “Omaggio a Gianni Novak” all’Officina delle Zattere
la notizia dopo la pubblicità

gianni novak a venezia zattere

“Omaggio a Gianni Novak” all’Officina delle Zattere (Fondamenta Nani, Dorsoduro 947, Venezia) presenta dipinti, studi e disegni, molti firmati e datati, realizzati tra i primi anni Settanta e i primi anni Novanta.
È possibile constatare in queste opere la grande versatilità tecnica di questo artista che utilizza su tele e fogli di diverse dimensioni matite, colori ad olio, pastelli, acquerelli, penne e pennarelli e che talvolta si cimenta con tecniche miste che gli permettono di valorizzare le diverse lucentezze delle sfumature cromatiche.

Osservando le sue opere si viene risucchiati in un mondo caleidoscopico, popolato da figure ricorrenti: donne sensuali che presentano spesso lo stesso volto, quello di un’attrice degli anni Cinquanta, animali notturni ed esotici, simboli magici e alchemici, arlecchini e una fitta schiera di politici, prelati, uomini mascherati e sadici e gente comune che vengono utilizzati dal pittore per raccontare storie, per esprimere le più delicate sfaccettature della sua personalità e la sua visione, talvolta critica e ironica, sul mondo circostante.

Di particolare interesse sono gli studi di Novak sui tarocchi, in cui il pittore descrive accuratamente le corrispondenze ai vari pianeti e numerosi simboli celati.

Scrive Antonio Del Guercio: “La pittura è, per Gianni Novak, uno degli strumenti più esemplari e più efficaci per ritrovare la via smarrita che può collegare i modi moderni della conoscenza, dell’espressione, della comunicazione, alle antiche saggezze, e ai loro sepolti patrimoni. Questo ritrovamento possibile deve passare, da una parte, attraverso una lettura comparata dei diversi codici simbolici delle antiche saggezze (dalle mitologiche alle alchemiche, sino ai tarocchi), e, dall’altra, attraverso una rielaborazione moderna.”

Cenni biografici di Gianni Novak

Nato a Roma nel 1933, Gianni Novak è un artista eclettico, la cui arte spazia dalla pittura alla scrittura, dalla filosofia alla musica, dal fumetto al teatro, dall’arte figurativa a quella astratta.
Importanti per la sua formazione e per la sua ispirazione sono i lunghi soggiorni a Parigi, e la frequentazione di artisti e circoli letterari come ad esempio il Gruppo 63. La sua prima mostra personale, a Roma, risale al 1955, quando l’artista ha solo ventidue anni, seguita da una lunga serie di esibizioni in tutto il mondo (Montreal, Parigi, Torino,  Napoli, Firenze, Bruxelles, Beirut, New York, Grenoble, Madrid e Damasco).
Tra il 1965 e il 1975 collabora con il teatro sperimentale di Mario Ricci, con Paese Sera e con l’Alitalia. Fra i suoi diversi progetti editoriali, ricordiamo nel 1969 i volumetti “Cavallo imperatondo” con disegni di Giò Pomodoro, i libri “Il Bagatto”, con una prefazione di Giorgio Manganelli, e “Il Diavolo”, con prefazione di Ivan Arnaldi (1975).

Negli anni Ottanta insegna all’Accademia di Costume e Moda e progetta i costumi per il Flauto magico della Fenice a Venezia con le scene di Giò Pomodoro.
Muore a Roma il 12 ottobre 2002.

Gianni Novak, “Omaggio a Gianni Novak”
Fino al 20 luglio; vernissage 21 giugno ore 18.00.
Aperto da martedì a domenica, dalle ore 11.00 alle ore 19.00.
Ingresso libero

Redazione

[18/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

Nata Cassa Mutuo Soccorso per sostenere operatori sanitari che resistono al vaccino

Riceviamo e pubblichiamo. E' NATA LA CASSA DI MUTUO SOCCORSO , per sostenere ECONOMICAMENTE UN OPERATORE SANITARIO IN LOTTA CONTRO UN SOPRUSO, la sperimentazione vaccinale del decreto legge 44 art 4, che impone un vaccino che vaccino fino al 2023...

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...