26.2 C
Venezia
martedì 28 Settembre 2021

Galliani richiamato all’ordine da Berlusconi. Resta al Milan

HomeCalcioGalliani richiamato all'ordine da Berlusconi. Resta al Milan

barbara berlusconi milan

Il Milan non si può privare di Galliani per ora. Questo il senso dell’incontro tra l’Ad rossonero e il presidente Berlusconi. La soluzione trovata dal cavaliere è un geniale spartiacque : al Milan coesistono due amministratori delegati, Adriano Galliani per la parte sportiva, Barbara Berlusconi per quella commerciale.

Galliani ha compiuto il primo gesto di distensione telefonando a Barbara: assieme hanno deciso che le parole del presidente sono da seguire come il Vangelo e che è il momento di tornare a collaborare per il bene del Milan.
Si tratta comunque di una tregua che dovrà reggere fino ad aprile, quando si terrà l’assemblea e le attuali cariche andranno in scadenza.

Galliani è uscito dalla lunga cena di Arcore di venerdì da amministratore dimezzato, avendo accettato quel ridimensionamento che aveva sempre rifiutato, però con la promessa di un accordo pluriennale e di chiudere la sua esperienza lavorativa al Milan. Inoltre avrebbe l’appoggio dell’altra parte della famiglia Berlusconi, cioè dei i fratelli Marina e Piersilvio che pare abbiano gradito pochissimo il caos dell’ultimo periodo.

Barbara abbozza e accetta le parole di papà: «La situazione al Milan è tornata serena. Sono lieto di comunicare che è stato trovato pieno accordo su un’organizzazione societaria che prevede due amministratori delegati. Adriano Galliani con la delega al settore sportivo e Barbara Berlusconi con la delega agli altri settori dell’attività sociale. Da parte mia ho promesso di essere più vicino alla società e alla squadra».

Il progetto di rinnovamento (a partire dalla nomina di Paolo Maldini responsabile dell’area tecnica, e a seguire l’ingresso di Fenucci, Uva e Sogliano) subisce così un rallentamento, perché l’addio di Galliani deve essere posticipato. Ma è tregua armata.

Roberto Dal Maschio

[01/12/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor