martedì 18 Gennaio 2022
12.3 C
Venezia

FRANCESCA MORTA NEL SONNO | Forse malformazione congenita

HomeVenezia cittàFRANCESCA MORTA NEL SONNO | Forse malformazione congenita

VENEZIA | Francesca Dri è morta nel sonno, forse per un malore improvviso che solo l'autopsia e gli esami tossicologici potranno spiegare. Francesca, 23enne veneziana, morta nella notte tra giovedì e venerdì nella casa di Cannaregio dove vive il fidanzato milanese, era una ragazza a posto e apparentemente sana. Non aveva mai avuto problemi di salute e secondo le amiche faceva una vita tranquilla, senza eccessi.Il liceo artistico, l'impegno in parrocchia, un lavoretto e la voglia tornata di iscriversi all'università . Poi, giovedì sera la festa con gli amici, qualche bicchiere di troppo nei bà cari dell'Erbaria e la decisione di non fare ritorno a casa ma di fermarsi a dormire a casa del fidanzato, un ragazzo milanese ma con una famiglia di radici veneziane che studia alla Cattolica e che si trovava a Venezia nell'appartamento dei suoi.

E' stato il suo racconto fatto agli agenti della squadra mobile della questura a chiarire subito il fatto che non si è trattato di una morta violenta ma probabilmente di un malore, forse per una malformazione cardiaca congenita che la ragazza non sapeva di avere, forse per l'assunzione di troppo alcol.
L'anatomapatologo Antonello Cirnelli eseguirà  già  oggi l'esame autoptico sul cadavere della 23enne, autopsia disposta da Lucia D'Alessandro, il magistrato di turno che sta coordinando le indagini per risolvere il giallo.
Il racconto dettagliato del fidanzato di Francesca ha, intanto, chiarito anche come sarebbero andate le cose giovedì notte.
Nel pomeriggio lui e Francesca avevano studiato assieme fino alle 18. Francesca, quindi, era uscita con un'amica. I due si sarebbero ritrovati con altri amici in Erbaria a Rialto qualche ora dopo, intorno alle 23.30. Francesca, a quell'ora, pareva già  un po' sofferente, ma aveva dato colpa a quel paio di spritz bevuti e lei stessa aveva chiesto di poter dormire a casa del fidanzato per non far vedere ai genitori che aveva bevuto.

Giunti a casa del fidanzato, a Cannaregio, Francesca si sarebbe addormentata mentre il fidanzato era rimasto in salotto a giocare a Monopoli fino a notte fonda con altri amici. Il giovane milanese si sarebbe quindi svegliato presto per studiare, lasciando che Francesca dormisse liberamente e senza accorgersi che probabilmente era già  morta. Verso mezzogiorno le amiche di Francesca gli hanno telefonato per avere notizie di Francesca visto che lei non rispondeva al cellulare. A quel punto il ragazzo è entrato nella stanza ed ha trovato Francesca già  priva di vita ed ha dato l'allarme prima chiamando lo zio, che vive al piano sotto, quindi contattando il 118 e la polizia.
Ora si attende l'esito dell'autopsia.

Lucio Saro
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[20/10/2012]


titolo: FRANCESCA MORTA NEL SONNO | Forse malformazione congenita
foto: POLIZIA A CANNAREGIO (REPERTORIO)


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“I televirologi che ci avevano promesso l’immunità col vaccino…”. Lettere

Dal mese di dicembre, televirologi, burocratici della sanità pubblica e chi ha fatto del virus misteriosamente arrivato dalla Cina (e mai isolato) una prolifica professione, stanno cadendo come pere dagli alberi. Gli interessati adoratori del Dio vaccino, si accorgono o fingono...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

“L’attuale modello economico è basato sull’assembramento: la IV ondata ve la siete cercata”. Lettere

"Nessuno ha mai controllato il rispetto delle regole negli alberghi di Venezia"

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

Sciopero Actv di 24 ore lunedì 13 dicembre. I servizi garantiti

AVM/Actv informa che l’organizzazione sindacale CUB Trasporti ha confermato la proclamazione di sciopero di 24 ore per lunedì 13 dicembre. Lo sciopero potrebbe interessare il personale Actv e AVM dei servizi navigazione, automobilistici, tranviari, People Mover, degli uffici AVM (sosta e ztl...

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

“C’è l’obbligo di vaccinazione, perché non posso scegliere il Novavax?”. Lettere

Siamo a gennaio 2022 ( i commenti che ho letto sono molto più vecchi). Non mi sono ancora vaccinata perché, vedendo anche brutte conseguenze post vaccino su alcune persone a me conosciute ( direttamente o indirettamente) a me questa Terapia genica...

Con l’addio alle Suore Imeldine la mia Salizada San Canciano non esiste più

(Seguito dell'articolo "La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più") L’uscita da scuola. La fine delle lezioni, come l’inizio, era un altro rito. Si correva fuori, in un Campo San Canciano affollato di genitori, cercando con...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".