Ferryboat nel caos a Venezia, guasti e linee a singhiozzo

ultimo aggiornamento: 04/02/2014 ore 14:55

142

ferry boat lido di venezia actv

Ferryboat nell’occhio del ciclone, dopo che il ‘Lido di Venezia” funziona a singhiozzo, con l’ascensore fuori uso, il ‘Metamauco’ che rientra in cantiere e non ne uscirà prima di aprile e il ‘Marco Polo’ che lo si rivedrà tra tre settimane circa.

Insomma, questa è la situazione dei ferryboat della linea 17 che mette in collegamento il Tronchetto con il Lido e viceversa. Domenica, con il ‘Lido di Venezia’ costretto a rientrare per la sostituzione di un pezzo, Actv si è trovata costretta a rispolverare il vecchio ‘San Marco’, ritenuto da sempre inadeguato per le piccole dimensioni e per le condizioni in cui i passeggeri sono costretti a navigare.

Oggi, salvo altri problemi, il ‘Lido di Venezia’ dovrebbe tornare a solcare i canali con l’ascensore in funzione, dopo che alcuni passeggeri, venerdì, hanno fatto notare la rottura del servizio.

Nonostante il guasto il ferry stava lo stesso svolgendo il suo servizio con l’ascensore rotto, non permettendo , come da regolamento, ai passeggeri di lasciare le proprie auto e salire al piano superiore agevolmente, ma sono stati costretti a salire due rampe di scale.

In ogni caso il ‘Lido di Venezia’ entrerà in cantiere per la fare la revisione prevista obbligatoriamente, ma data la situazione degli altri ferry, l’azienda ha chiesto una proroga per posticipare di sei mesi la revisione.

Sara Prian

[04/02/2014]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here