1.2 C
Venezia
martedì 07 Dicembre 2021

Federica Giacomini, in arte Ginevra Hollander come pornostar, sparita nel nulla

HomeNotizie VenetoFederica Giacomini, in arte Ginevra Hollander come pornostar, sparita nel nulla
la notizia dopo la pubblicità

Federica Giacomini Ginevra Hollander pornostar sparita

Federica Giacomini, a quanto pare, voleva rinunciare alla sua vita da porno star: niente più «Ginevra Corsi», «Angelica» e, soprattutto, a «Ginevra Hollander», lo pseudonimo con il quale era diventata famosa.

Federica, bella ragazza 43enne è scomparsa nel nulla ormai da tre mesi, e l’unico dato certo è che non volesse più essere una star del porno.

La denuncia dei genitori ai carabinieri di Desenzano del Garda dice che: «Non sappiamo che fine possa aver fatto, lei ci chiamava regolarmente ma da dicembre non l’abbiamo più sentita».

La pista principale degli inquirenti della seconda sezione della squadra mobile puntano su un 55enne bresciano con casa a Vicenza, “Rambo”. Pare che i due avessero cominciato a frequentarsi, almeno nei mesi precedenti al 18 febbraio, quando l’uomo decise di travestirsi proprio da Rambo – con mimetica, anfibi e giubbotto antiproiettile – per scatenare il putiferio tra i corridoi dell’ospedale di Vicenza.

L’esibizione è costata all’uomo il ricovero coatto in una struttura protetta, dove ancora è rinchiuso.

Indagando su di lui, gli investigatori hanno scoperto una vecchia condanna per omicidio: nel 1980 ad Astrio, in Valcamonica, uccise un idraulico per gelosia, utilizzando la pistola del padre.

A casa sua, a due passi dal centro di Vicenza, i poliziotti hanno trovato balestre e coltelli, oltre a diversi abiti da donna. Il sospetto è che i vestiti possano appartenere proprio a Federica Giacomini.

«Stava con me, poi è finita», avrebbe spiegato l’uomo.

Federica Giacomini, in arte Ginevra Hollander, però ancora non si sa dove sia o che fine possa aver fatto dopo la telefonata per gli auguri ai genitori del 31 dicembre.

Giorgia Pradolin

[15/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

Plateatici liberi a Venezia, ma mia madre non riesce più a passare. Lettere

Gran parte della città comprende e approva la delibera comunale che recita ”I pubblici esercizi possono occupare suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, con il massimo della semplificazione amministrativa possibile, fino al 31 Luglio”. Ma la...